Rassegna stampa 25 maggio 2016

INTERNI
 
Firenze. Gli avversari di Renzi hanno gioco facile a sottolineare che ai vertici di Publiacqua, la società che gestisce il sistema idrico a Firenze, ci sono stati e ci sono persone di rito strettamente renziano (St). Il problema è che i fiorentini pagano una delle bollette più care d’Italia: 406 euro all’anno contro i 100 dei milanesi (Vecchi sul Ft)
 
Centrodestra. Salvini si è accorto troppo tardi che la vittoria di Parisi a Milano sancirebbe la fine della sua strategia lepenista. E cerca di trascinare Parisi nelle secche del dibattito referendario (Verderami sul Cds)
 
Rai. L’Anticorruzione apre un’istruttoria contro l’assunzione di venti dirigenti esterni (Festuccia sulla St)
 
Canone Rai. La Edison Energia fiuta il business e promette di pagare il canone Rai ai clienti che passeranno con loro (Molteni su Lib)
 
ECONOMIA
 
Metroweb. Cdp boccia la proposta di Telecom e sceglie Enel. In pratica nelle aree più attive economicamente avremo due reti a banda larga su cui tre o quattro operatori potranno attaccarsi (Pons). A Perugia Vodafone e Wind già annunciano collegamenti a 1 gigabit grazie alla rete Enel (Spini sulla St) 
 
ROMA
 
VI Municipio. A regnare nel VI municipio sono i dispetti. L’ex presidente Pd Scipioni si presenta con una lista civica dopo essere stato cacciato da Orfini. L’ex assessore Pd Mastromarini si candida a minisindaco con Marchini ma il mondo di Forza Italia non accetta l’affronto e passa armi e bagagli con Nicola Franco, candidato di Fratelli d’Italia. E poi c’è il grillino Roberto Romanella… (Bisbiglia sul Tp)
 
Mafia Capitale. Continuano le udienze. Il giudice interroga Luca Galloni, caposegreteria di Coratti: “Conosce Buzzi”? “Non ho conosciuto Buzzi se si esclude il saluto che si dava a una persona che si vedeva di vista ogni tanto” “Che significa?” (Sacchettoni sul Cds). L’altro teste, Franco Isoni, ha accusato Patanè, di cui era assistente, di aver incontrato segretamente Fiscon, ex dg dell’Ama
 
Chiodo fisso. Marino, intervistato in radio, spara gli ultimi colpi contro Giachetti e Renzi. L’unica cosa proprio non riesce a digerire è che Giachetti continui a percepire lo stipendio da parlamentare (Vitale su Rep)
 
Uniti si vince. Smeriglio: “Con Barca o Tocci o Bray sarebbe stato bello” (int. sul Man)
 
Atac. Il direttore generale Marco Rettighieri fa un esposto alla Corte dei Conti sugli appalti per il rinnovo delle gomme dei bus, sui soldi spesi per il dopolavoro dei dipendenti e sui permessi sindacali (Fiano e Menicucci sul Cds)

Rispondi

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi