Rassegna stampa del 7 settembre

ECONOMIA

 
Generali. Strani movimenti nell’azionariato di Generali (Rep)
 
INTERNI
 
Il caro estinto non s’estingue. Camere di commercio e province: da anni si cerca di eliminarle ma nessuna riforma dà il colpo di grazia (Ainis su Rep)
 
Giurisprudenza. La Cassazione conferma il licenziamento per un dipendente Asl che timbrava e poi si allontanava (Bulgarini d’Elci sul Sole) 
 
Addio Bonifaci. Il quotidiano Il Tempo da ieri è ufficialmente della famiglia Angelucci (Biondi sul Sole)
 
Stima. Berlusconi ai big forzisti: “Meglio se non andate alla convention di Parisi…” Il Cavaliere non vuole volti “cotti” ripresi dalle telecamere (Lopapa su Rep)

ROMA
 
Sassolini. Cantone sbotta e ne ha per tutti (int. sul Cds)
Malafede. Di Maio il 5 agosto: “La Muraro è la persona giusta al posto giusto” ma lui sapeva perfettamente che era indagata per malagestione dei rifiuti (Cappellini e Di Feo su Rep)
 
Dimissioni. La minaccia di dimissioni del sindaco non funziona più: il M5s potrebbe non cedere al ricatto (Corbi su la St)
 
Lakota Hunkpapa. Il blog di Grillo ignora la crisi capitolina e preferisce parlare degli indiani americani della tribù dei Lakota Hunkpapa (Capone sul Fg)
 
Leggero conflitto d’interessi. Nuovi sviluppi: i pm stanno verificando i suoi rapporti con Cerroni per vedere se ha lavorato anche per lui. In caso positivo si prefigurerebbe il reato di corruzione (Allegri e Mangani sul Msg). 
 
Dossier. La Muraro ha preparato un dossier sul triennio 2013-2015. E sugli anni precedenti non ha trovato niente? (Salvatore su Rep)
 
Dote bruciata. La Raggi ha bruciato in tre mesi la il sostegno plebiscitario ottenuto con le elezioni (Marincola sul Msg)
 
Casalino ignorato. Il capo della comunicazione grillina vieta dichiarazioni o uscite sui social ai parlamentari ma non se lo infila nessuno (Cuzzocrea su Rep)
 
Da che pulpito. Il Pd è l’ultimo che può permettersi di dare lezioni alle altre forze politiche (Rangeri sul Man)
 
Effetti collaterali. La diversità di vedute sulla Raggi fa litigare Gomez e Travaglio: Gomez, che a differenza di Travaglio indica precise responsabilità anche del sindaco, oggi scrive sul Tempo e non sul Fatto
 
Colpo di coda. Cerroni e Buzzi denunciano Fortini per tentata estorsione aggravata, inquinamento e disastro ambientale, calunnia, diffamazione aggravata e turbativa d’asta. Si tenta di togliere l’attenzione dalla Muraro (Angeli su Rep). 
 
Solo contro tutti. L’ex dg di Ama Alessandro Filippi aveva cercato di mettere fuorigioco Cerroni e il blocco di potere a lui vicino presente in Ama ma è stato messo in contumacia proprio dai grillini (Bonini su Rep)
 
Stesso network. Marra e Muraro appartengono allo stesso ‘network di destra’ che sta dietro alla Raggi: un mondo che parte dagli studi legali passando per quello dei rifiuti (Canettieri sul Msg)
 
Stadio. La Regione non riceve dal Comune la dichiarazione di non conformità alla delibera di interesse pubblico e quindi per il silenzio-assenso può convocare la conferenza dei servizi (Rep)
 
Olimpiadi. L’assessore Berdini ondivago: dal secco “no” è passato a “se costruiamo nuovi centri sportivi allora cambia l’ottica” (Magliaro sul Tempo)
 
Gatta ci cova. Malagò: “Se il comune non dà l’ok sarà impossibile ricandidare città italiane per molti anni…” Vuoi vedere che è un assist per la Raggi? (il Fg)

Commenta

commenta

Rispondi

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi