Italiani all’estero, Boschi e Porta dall’altra parte del mondo per promuovere il si al referendum

Nascono addirittura in America Meridionale i Comitati per il “sì” al Referendum. Su iniziativa del Partito Democratico, con l’interessamento particolare del deputato eletto in Sud America Fabio Porta, sono nati nei mesi scorsi i comitati di Porto Alegre, Brasilia e San Paolo in Brasile e più recentemente quelli di Moron, Buenos Aires, Mar del Plata e La Plata in Argentina. Di questi comitati fanno parte i principali dirigenti di partito nel Sud America, anche se sono aperti e spesso coordinati da importanti personalità. È il caso, ad esempio, del Comitato di San Paolo, presieduto dall’ex senatore Edoardo Pollastri, o di quello di Buenos Aires, presieduto dal noto imprenditore Domenico Di Tullio.

Si tratta di un grande lavoro inclusivo e coinvolgente”, ha dichiarato il dem Fabio Porta, “che non vogliamo restringere al nostro partito ma aprire alla società civile e al mondo della cultura e dell’impresa italiana in Sudamerica. portaLa riforma istituzionale proposta dal governo Renzi e approvata dal Parlamento – secondo l’esponente del Pd – è l’unica concreta occasione dopo trent’anni di rispondere all’esigenza di superare il bicameralismo perfetto, riducendo il numero dei parlamentari e i costi della politica e dando maggiore efficienza all’azione dell’esecutivo e del legislativo.
Tutto questo confermando la rappresentanza degli eletti all’estero nella Camera che dà la fiducia al governo e rafforzando di conseguenza il processo riformatore degli organismi di rappresentanza degli italiani nel mondo, Comites e Cgie“.

Intanto i Comitati per il “” sono pronti ad incontrare il ministro per le Riforme Istituzionali e i Rapporti con il Parlamento Maria Elena Boschi, che ha iniziato la sua missione in Argentina. Proseguirà poi in Uruguay e Brasile per illustrare la riforma costituzionaleboA Buenos Aires, Boschi ha incontrato il Presidente del Senato Federico Pinedo, è intervenuta alla Camera dei deputati, ed ha avuto un pranzo di lavoro con la Presidente del Consejo Nacional de las Mujeres, Fabiana Tuñez. Nei giorni scorsi la ministra ha fatto tappa anche al Parco della Memoria e incontrato, presso la Casa Rosada, il primo ministro Marcos Pena. Ma il momento più partecipato, la scorsa serata, è stato quello del Teatro Coliseo al 1125 di Via Marcelo de Alvear – Buenos Aires, dove la fedelissima del premier Renzi ha fatto registrare lunghi applausi e larga condivisione sull’idea di riforma alla carta costituzionale che dovrà essere votata il prossimo 4 dicembre col referendum.

Commenta

commenta

Rispondi

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi