I temi del fair play e dei valori dello sport alla Camera

Oggi è stata presentata la III edizione della campagna di sensibilizzazione “Vivere da Sportivi. A Scuola di Fair Play”, presso la Sala Aldo Moro di Montecitorio.

La conferenza, già a partire della presenza degli autorevoli relatori, ha evidenziato quanto la campagna abbia conquistato in questi primi anni la fiducia dei suoi partner istituzionali, quali ad esempio il Ministero dell’Interno, il Ministero della Difesa, il MIUR e la Rai.

La conferenza è stata introdotta dall’On. Laura Coccia, che segue l’iniziativa già da tempo e ha voluto rafforzarla promuovendone la presentazione nella prestigiosa sede della Camera dei Deputati. “Il fair play – ha dichiarato – è un elemento indispensabile per la crescita dei giovani; insegnare il rispetto verso gli altri è una parte essenziale dello sport e della vita, una lezione che serve spesso anche a noi adulti. Progetti come questi servono a limitare comportamenti scorretti nello sport a ogni livello”.

Particolarmente significativo l’intervento di Daniela Stradiotto, Presidente dell’Osservatorio Nazionale sulle Manifestazioni Sportive presso il Ministero dell’Interno, che individua in “Vivere da Sportivi. A Scuola di Fair Play” uno strumento indispensabile per la crescita culturale dello sport, sulla cui scia dovrebbero nascere altre iniziative con target mirati.

Il Ten. Col. Gianfranco Paglia, Consigliere del Ministro della Difesa e Medaglia d’Oro al Valore Militare, ha evidenziato come lo sport sia un efficace strumento per il recupero psicofisico di coloro che sono stati colpiti nell’assolvimento del proprio dovere, consentendo di riscoprire il piacere della competizione, attraverso quel senso di appartenenza all’istituzione che tanto deve loro.

Per il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca è intervenuto il Dirigente delle Politiche Sportive Antonino Di Liberto, che ha sottolineato quanto l’attività fisica e sportiva trasmetta comportamenti ispirati alla lealtà, correttezza e rispetto dell’avversario; la partecipazione del MIUR alla campagna “Vivere da Sportivi. A Scuola di Fair Play” è una prova di quanto questa sia importante nella trasmissione del valore educativo dello sport.

Elena Capparelli, Vice Direttore di RAI Cultura – RAI Scuola, ha sottolineato come tutti i temi della campagna, quali, fra gli altri, il contrasto al bullismo e l’inclusione dei diversamente abili, siano in linea con gli obiettivi del servizio pubblico e per questi motivi il canale dedicherà particolare attenzione al Festival di quest’anno; ha ricordato inoltre che nel portale www.raiscuola.rai.it sono già presenti i video e gli spot finalisti.

La Responsabile della Direzione Strategia e Responsabilità Sociale del CONI Teresa Zompetti ha voluto evidenziare come “Vivere da Sportivi. A Scuola di Fair Play” sia un efficace progetto a supporto della trasformazione delle buone pratiche sportive in buone pratiche quotidiane e ha rinnovato il sostegno del CONI alla campagna.

Il Prof. Sergio Bernardini, Ordinario di Biochimica Clinica all’Università degli Studi di Roma “Tor Vergata”, che affianca la manifestazione dalla sua prima edizione nel 2014, sottolineando il ruolo sociale dell’istituto universitario, ha individuato fra i principali obiettivi educativi della campagna la solidarietà e lo “sport come strumento per una cittadinanza attiva” e ha concluso ringraziando “per questa meravigliosa iniziativa, questo di oggi è veramente un esempio della Buona Italia!”

 Sono intervenuti alla conferenza anche Ruggero Alcanterini, Presidente del Comitato Nazionale Italiano per il Fair Play del CONI, Michele Maffei, Presidente di AMOVA Associazione Medaglie d’Oro al Valore Atletico, Arturo Mariani, titolare della Nazionale Italiana Calcio Amputati e testimonial di “Vivere da Sportivi. A Scuola di fair Play”, Bruno Intreccialagli, Psichiatra e Psicoterapeuta Cognitivo Comportamentale e Membro del Comitato Promotore di “Vivere da Sportivi. A Scuola di Fair Play”, Mario Spina, Fidia Farmaceutici, Anna Maria Quaranta, già titolare della Nazionale Femminile di Pallavolo, Tito Capriccioli, Presidente dell’Amatrice Calcio, Mohamed Sanna Ali e Matteo Cavagnini, Presidente e Capitano del Santa Lucia Basket.

 Monica Promontorio, Presidente dell’Associazione “Vivere da Sportivi. A Scuola di Fair Play”, ha concluso la conferenza e ha ringraziato tutti i partecipanti. “A partire da questa conferenza di presentazione, “Vivere da Sportivi”, i suoi docenti e i suoi studenti trovano finalmente accanto a loro tutti gli attori istituzionali indispensabili  affinché il loro sforzo non venga disperso ma possa davvero essere utilizzato nel migliore dei modi. Gli spot fatti dai ragazzi possono realmente rappresentare un importante momento di comunicazione per ritrovare la speranza di riuscire a cambiare l’attuale contesto, perché, come dice il nostro slogan, diamo un taglio all’intolleranza e alla violenza, perché nello sport non c’è posto per chi non ha rispetto per l’avversario”.

Commenta

commenta

Rispondi

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi