Quanto costano i vitalizi degli ex-parlamentari? Ecco l’elenco

Inizia col “botto” Primo Di Nicola alla direzione de Il Centro, giornale locale abruzzese. In un articolo di oggi sulle pagine del quotidiano, l’ex-giornalista de L’Espresso e Il Fatto Quotidiano, elenca tutti i vitalizi dei politici italiani con nome e cifra percepita.

Il pezzo dal titolo “Costi della politica, ecco i vitalizi degli eletti euro per euro apre con l’ex governatore dell’Abruzzo Ottaviano Del Turco, che percepisce 4.581 euro al mese. Il recordman però è dell’ex-sottosegretario ed esponente di DC e MSI Publio Fiori che guadagna la bellezza di 10.131 euro netti al mese; insegue a distanza Ilario Floresta, quattro volte deputato che ha maturato un assegno da 8.057 euro, poi il neo-sindaco di Benevento Clemente Mastella con 6.939 euro, quasi il triplo di Romano Prodi che invece riceve 2.996 euro.

“Assegni di tutto rispetto per i tre storici leader post comunisti: Massimo D’Alema (5.523), Piero Fassino(5.296) e Walter Veltroni (5.504). Decisamente più a sinistra, il presidente emerito della Camera, già leader di Rifondazione comunista, Fausto Bertinotti percepisce ogni mese un assegno decisamente poco proletario da 4.852 euro, superato dall’ex compagno di partito Nichi Vendola (4.985)” si legge nell’articolo. E ancora “Nel centrodestra spiccano gli assegni pesanti dell’ex leader di An e presidente di Montecitorio Gianfranco Fini (5.882) e dell’ex sindaco di Roma Gianni Alemanno (4.313). Non sono seconde agli uomini neppure le donne. L’ex ministra degli Esteri del governo Letta e commissario Ue Emma Bonino ha messo da parte un gruzzolo da 6.715 euro. Mentre la pluriministra Dc e sindaca di Napoli Rosa Russo Jervolino si è assicurata un mensile di 5.588 euro.”

Degni di nota sono anche il coordinatore di Forza Italia Sicilia Gianfranco Miccichè (5.378,03) e il suo compagno di partito Carlo Vizzini (6.939,81), Antonino Di Pietro (4.002,01), Francesco Rutelli (6.408), Giovanni Russo Spena (5.906), Claudio Scajola (4.904,04). Vitalizio sospeso per Salvatore Cuffaro a causa della condanna per concorso esterno in associazione mafiosa, prima di entrare in carcere l’ex-governatore riceveva dallo stato una cifra sui 6.000 euro.

In totale sono circa 2.600 i politici che ricevono il vitalizio. “I vitalizi dei parlamentari sono quasi il doppio di quanto sarebbe giustificato alla luce dei contributi versati» ha affermato il presidente dell’Inps, Tito Boeri, nell’audizione nella commissione Affari costituzionali della Camera avvenuta questo maggio. “Applicando le prestazioni parlamentari ai valori normali la spesa scenderebbe a 118 milioni, con un risparmio, dunque, di circa 76 milioni di euro all’anno, 760 milioni nei prossimi 10 anni” aveva concluso. L’onere totale per lo stato si aggira intorno ai 190 milioni di euro all’anno.

L’elenco completo è consultabile a questo link.

Commenta

commenta

Rispondi

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi