[Rassegna stampa del 7 dic 2016]

UE

 
Brexit. Il capo-negoziatore dell’Ue Barnier fissa in 15-18 mesi la tabella di marcia per l’uscita (Romano sul Sole)

 

ECONOMIA
 
Generali. Il vuoto di potere al governo lascia campo libero alla finanza francese per fare quello che vogliono con Generali (Zacchè sul Gn)
 
INTERNI
 
Quirinale. Mattarella in questi mesi ha difeso Renzi da tutti i mandarini che gli remavano contro ma a questo giro gli interessi in gioco sono troppo alti (Bisignani sul Tempo)
 
Panico. Sono 409 i deputati peones che perderebbero la pensione se si andasse a votare prima di settembre. Inoltre quelli che non verranno rieletti quei contributi li perderanno per sempre (Marincola sul Msg)
 
Giovani Turchi. Orfini sa che Bersani, D’Alema e molti altri lo stanno aspettando al varco. Un giovane turco: “Per salvare se stesso Orfini si è chiuso a Palazzo Chigi con Renzi senza nemmeno consultarci” (Guerzoni sul Cds)
 
Clima disteso. Stumpo a Ermini: “Com’è questa storia che vorreste votare in anticipo per farci fuori dalle liste?” Ermini: “Ah, non so se il partito che piace a voi avrebbe tollerato quello che avete fatto sul referendum” (Bertoloni Meli sul Msg)
 
M5S. Di Maio vuole andare a votare il prima possibile perchè nel 2018 i competitor interni potrebbero essere troppi. Anche Fico si candida (Cuzzocrea su Rep)
 
Spettacolo. Fra le schede estere anche una scheda sul referendum sulle trivelle (De Feo sul Gn)
 
ROMA
 
Sfratto mezzo stampa. La Raggi sottrae a Berdini il dossier stadio e, attraverso agenzie stampa, lancia un avvertimento all’assessore: o la pianta di far sempre di testa sua o quella è la porta (Vitale su Rep). Berdini e Giunta sono su posizioni opposte anche sul destino delle caserme, sui mercati generali, su Fiera di Roma, sulle Torri dell’Eur… (Arzilli sul Cds)
 
O Cerroni o morte. La Muraro irremovibile: in Regione chiede di riaprire il tritovagliatore di Rocca Cencia di Cerroni (ora in affitto a Gino Porcarelli) nonostante le indagini sia su Cerroni (per truffa, frode e associazione a delinquere finalizzata al traffico illecito di rifiuti) che sull’impianto (per aver prodotto scarti non conformi alla legge). In regione, però, rispondono picche e ora all’assessore tocca trovare una nuova discarica (Vitale e D’Albergo su Rep)

Commenta

commenta

Rispondi

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi