– Rassegna stampa del 9.12.2016 –

UE
 
Altra infrazione. L’Ue punisce l’Italia per non aver assicurato la raccolta e il trattamento adeguati dei liquami di scolo di 109 agglomerati urbani (Fabbri sul Gn)
 
Fondi europei. Grazie a Scannapieco l’Italia è primo Paese per l’utilizzo dei fondi del piano Juncker (Cds)
 
INTERNI
 
Bandiera bianca. Il presidente del Pd Orfini: “Nel partito c’è anarchia” (int. su Rep). 
 
Niet Zanda. Serracchiani: “La soluzione della crisi non è quella indicata da Zanda” (int. sul Msg)
Berlusconi rassegnato. Per il Cavaliere l’ideale sarebbe un governissimo fino a fine legislatura ma la voglia di votare in giro è alta e non può lasciare la scena a Salvini, Meloni e Grillo (Di Caro sul Cds)
 
Cul-de-sac. Il retroscena migliore è di Minzolini sul Gn: Renzi vuole restare ma non sa come fare. E chiede a Mattarella di dargli una mano. “L’establishment” , però, ha già deciso di detronizzarlo: il primo passo è stato spostare la decisione della Consulta al 24 gennaio. Renzi sarà costretto a rinunciare all’immagine del rottamatore per avere in cambio un posto nella nomenklatura
 
Legislatura. Pareri diversi sulla prima data utile per andare a votare: fine maggio per Palombi sul Ft, marzo/aprile per D’Alimonte sul Sole (infatti se la Consulta eliminasse dall’Italicum il ballottaggio e il premio di maggioranza, le leggi elettorali di Camera e Senato sarebbero simili e quindi si potrebbe votare)
 
ROMA
 
Stadio. Troppi gli interessi in ballo per fermare il progetto: in primis quelli di Unicredit che deve rientrare il prima possibile dei 700 milioni prestati a Parnasi (Auteri sul Cds)

 

Commenta

commenta

Rispondi

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi