Arrestato Marra, scacco alla regina di Roma

Arrestato Marra Raffaele con l’ipotesi di reato di corruzione. L’inchiesta riguarda l’acquisto di un immobile dell’Enasarco, l’ente di assistenza dei rappresentanti di commercio, per il quale secondo l’accusa Marra avrebbe ricevuto una somma dal costruttore Sergio Scarpellini, anche lui arrestato stamattina. All’epoca dei fatti, Marra era Direttore del Dipartimento partecipazioni e controllo Gruppo Roma Capitale, sotto l’amministrazione del sindaco Gianni Alemanno.

Secondo l’ipotesi della Procura e dei carabinieri, Scarpellini avrebbe corrotto dei pubblici amministratori, attraverso beni immobiliari, per trarre benefici per le sue societá.

Al centro dell’inchiesta ci sarebbe l’acquisto nel 2013 di una casa Enasarco nel quartiere di Prati Fiscali da parte della moglie di Marra. Una casa di oltre 150 metri quadri che, secondo l’accusa, sarebbe stata pagata con due assegni per un totale di 350mila euro provenienti da un conto di Scarpellini. Marra e’ tuttora residente in questo appartamento e qui e’ stato arrestato stamani.

Secondo l’accusa inoltre per l’acquisto della casa dal patrimonio Enasarco Marra avrebbe beneficiato delle agevolazioni riservate agli inquilini (fino al 40% di sconto) pur non essendo di fatto ancora residente nello stabile di proprietà Enasarco.

Insorgono le opposizioni che chiedono la testa della regina Raggi. Secondo il consigliere regionale Santori (FDI) ora che Muraro e Marra sono entrambi stati falciati via da un’inchiesta della Procura, la sindaca Raggi dovrebbe liberare “Roma dalla sua pericolosa incompetenza”, mentre per la senatrice Cardinali (PD)  è stata la goccia che ha fatto traboccare il vaso.

Impietoso il giudizio di Roberto Saviano: “il Movimento non ha anticorpi per evitare che gruppi organizzati possano infiltrarsi e prendere il potere al suo interno, utilizzando la buona fede degli elettori“. Lo scrittore individua la malattia nella mancanza di regole organizzative e di selezione precise e conoscibili, e quindi di regole democratiche.

In sostanza il M5S è una scatola vuota, che prende forma in base a ciò che ci si mette dentro e quando si è troppo impegnati nelle lotte di potere interno dentro ci finisce di tutto.

Commenta

commenta

Rispondi

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi