Rassegna stampa del 24 genn. 2017

ECONOMIA

 
Generali. Intesa-San Paolo pronta ad un’intesa con i tedeschi dell’Allianz pur di sottrarre Generali all’Axa (Greco su la Rep)
 
Terremoto. Triplicati i fondi Ue per gli agricoltori (Angeli sul Gn)
 
INTERNI
 
Soccorso estero. Pure la Corte di Strasburgo dà una mano a Gentiloni annunciando che potrebbe esprimersi sulla eleggibilità di Berlusconi già nel 2017. Se così fosse, Berlusconi avrebbe un motivo in più per aspettare la fine naturale della legislatura (Labate sul Cds)
 
Pd. Zingaretti spariglia le carte nel Pd: “Voglio contribuire di più al dibattito nazionale” (int. su Rep)
 
Brainstorming. Brainstorming dei renziani per far cadere il governo: fra le “idee” quella di portare nel dibattito parlamentare un tema divisivo come il fine-vita (Iasevoli sull’Avv)
 
Emergenza o ricostruzione? La legge dice che, in caso di catastrofi, i primi 180 giorni sono “emergenza” e quindi di competenza della Protezione Civile, poi si parla di “ricostruzione” e la palla passa agli enti locali. E in caso di uno sciame sismico che non finisce mai come ci si comporta? (Grignetti sulla St)
 
Viale del tramonto. Se la Corte bocciasse i capilista bloccati, allora Renzi non potrebbe promettere la rielezione a nessuno. E perderebbe definitivamente il partito (Colombo sul Man)
 
Film. Per Maria Teresa Meli Matteo Renzi ha in pugno la situazione con mano ferma: blocca nomine, prepara strategie, sventa complotti, lancia ultimatum (Cds)
 
Decreto “omnibus”. Salta il decreto “omnibus” e i senatori prendono d’assalto il decreto Milleproroghe con 1.200 emendamenti (Mobili sul Sole)
 
ROMA
 
Congresso Pd. Dibattito vivace: si litiga sul tesseramento (il costo della tessera passa da15 a 30 euro), sul forma del congresso e anche sul merito. Orfini: “Abbiamo 2 milioni di debiti ereditati da chi si lamenta” (Canettieri sul Msg)
 
Bilancio. I revisori approvano il bilancio ma con riserva (Vitale su Rep)
 
Meritocrazia. Prima di essere arrestato Raffaele Marra ha messo a capo del Dipartimento Innovazione Tecnologica una sociologa spostando da quel ruolo l’unico ingegnere elettronico del Campidoglio, Carolina Cirillo. La quale, però, non si arrende e denuncia tutti. E così Raggi e Marra finiscono nuovamente nei guai (Vitale su Rep)

Commenta

commenta

Rispondi

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi