Alemanno: “Una nuova destra per chi non si riconosce nel PPE”

E’ in programma per il prossimo 17, 18 e 19 febbraio il congresso di fondazione del Polo Sovranista, il nuovo soggetto politico della destra italiana. Nel corso di una conferenza stampa, oggi alla Camera, è stata presentato da Gianni Alemanno, Francesco Storace, Roberto Menia, Gabriella Peluso e Francesco Crocetto. Le tesi congressuali, il sondaggio web sul simbolo e sul nome del nuovo partito, la proposta sulla legge elettorale e sulle primarie del centrodestra, nonché la presentazione della prima manifestazione importante del nuovo partito, questi i temi illustrati.

“Siamo pronti ad affrontare la sfida elettorale anche con le nostre gambe – premette Alemanno – ma ci auguriamo sempre che ci sia un processo unitario”. Processo che comprende “sicuramente Meloni, Fitto, Salvini, la realtà degli eurocritici che non si riconoscono nel Partito Popolare Europeo (PPE). Vogliamo contrastare l’accusa di generico populismo o demagogia. il nuovo soggetto politico sarà sintesi di una larga espressione politica”.

A rivendicare la propria dignità nell’aderire al “Polo” è Francesco Crocetto che sottolinea: “Non si tratta di mettere insieme l’anima sociale rappresentata da Alemanno e Storace ma l’unione della pluralità di soggetti che daranno un apporto alla formazione politica che sta nascendo”. Al congresso nazionale, dove saranno condivise le linee politiche del Polo Sovranista e gli obiettivi si arriverà con un simbolo condiviso, “da oggi infatti è attivo il sito web dove i simpatizzanti potranno partecipare a scegliere nome e logo.

Sempre oggi è stata annunciata la manifestazione in programma per il prossimo 25 gennaio a Roma. “E’ la prima grande iniziativa del nuovo movimento che nascerà dal congresso di febbraio”. La manifestazione è stata organizzata con lo slogan “NO a questa Europa“, proprio in occasione della presenza nella Capitale dei rappresentanti dell’Ue. Una cosa è emersa con chiarezza dalla conferenza di oggi “qualsiasi sia la decisione politica per indire le elezioni, e qualsiasi sia il tempo stabilito per farle, noi ci saremo” dice Roberto Menia “in rappresentanza di una destra nuova”.

Commenta

commenta

Rispondi

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi