Al via il concorso pubblico per personale amministrativo al Ministero di Giustizia

Inziano oggi le prove selettive per la riqualificazione del personale amministrativo bandite con gli avvisi del 19 settembre 2016, in attuazione dell’articolo 21-quater del decreto-legge 83/2015, e destinate ai cancellieri e agli ufficiali giudiziari.
1770 i posti resi complessivamente disponibili, 1148 per il profilo di funzionario giudiziario e 622 per quello di funzionario Unep. Circa 6100 i dipendenti che parteciperanno nei prossimi giorni, dal 13 al 17 marzo, alle prove selettive presso i locali della Scuola di Formazione e aggiornamento del personale dell’Amministrazione penitenziaria, in via di Brava 99. Lazio e Campania sono le Regioni che fanno registrare i più alti numeri di partecipanti (735 per il Lazio e 701 per la Campania).
Oggi sosterranno la prova tutti gli ufficiali giudiziari ammessi e nei prossimi giorni sarà invece il turno dei cancellieri. Le prove selettive consistono in test a risposta multipla sulle materie indicate nei relativi bandi e che sono state oggetto di un percorso formativo, approntato dalla Direzione generale del personale su una nuova e moderna piattaforma e-learning. Solamente i candidati che hanno completato tale formazione sono stati ammessi alle prove selettive finali. L’85% dei cancellieri e il 71 % degli ufficiali giudiziari ammessi al corso di formazione a distanza, hanno completato il percorso. All’esito delle prove selettive la Commissione esaminatrice formerà la graduatoria, tenendo conto degli altri punteggi attribuiti in base a quanto indicato dal bando (anzianità e titoli).
Un risultato certamente importante, che da sempre costituisce un indispensabile traguardo nelle politiche sul personale amministrativo perseguite dal Ministro Andrea Orlando e che apre un percorso di riqualificazione del personale amministrativo atteso da anni: gli ultimi bandi di riqualificazione per il passaggio di area del personale amministrativo risalgono, infatti, ai primi anni 2000. Il percorso di valorizzazione delle professionalità esistenti, però non finisce qui: l’ingresso della mobilità obbligatoria, terminata il 1 febbraio 2017, e l’ingresso di nuovo personale con gli ulteriori scorrimenti che saranno realizzati in virtù delle assunzioni autorizzate con la legge di stabilità per l’anno 2017, consentirà anche l’accesso alla riqualificazione ad una platea più ampia rispetto ai 1770 oggi pubblicati, secondo quanto previsto dall’articolo 21-quater del decreto legge 83/2015. La piattaforma e-learning approntata per la riqualificazione a breve sarà aperta per moduli formativi a distanza a cui potrà partecipare tutto il personale dell’amministrazione.
Con le prove selettive sulla riqualificazione, la Direzione generale del personale e della formazione riapre, dopo anni, alla gestione diretta dei concorsi da parte del Ministero, a cui seguirà nei prossimi mesi l’avvio concreto delle prove per il concorso per 800 posti di assistente giudiziario bandito lo scorso 22 novembre

Commenta

commenta

Rispondi

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi