Lavoratori ex-Enpals, Moscatt (Pd): “Si faccia chiarezza sui contributi che INPS contesta”

Il deputato nazionale del Pd Tonino Moscatt ha presentato un’interrogazione indirizzata al Ministro del Lavoro e delle Politiche sociali affinché vengano chiarite le posizioni contributive dei lavoratori del mondo dello spettacolo, cui l’INPS contesta il mancato versamento dei contributi per gli anni 2009 –  2010.

“Ho ascoltato le ragioni dei lavoratori del mondo dello spettacolo, categoria poco tutelata nel nostro Paese.  L’INPS – spiega Moscatt – gli chiede il pagamento di contributi non dovuti che ad oggi rischiano di trasformarsi in cartelle esattoriali”.

Il più delle volte il lavoro degli artisti non gode di rapporti contrattuali continuativi, dunque saltuari. Circostanza per la quale l’ENPALS prevedeva l’obbligo del versamento dei contributi in capo ai committenti anche per i lavoratori autonomi. moscatt3Alle richieste dell’INPS sono seguite le reazioni dei lavoratori, molti dei quali non hanno ancora visto accolto un ricorso recentemente esperito.

“Con l’atto di sindacato ispettivo faremo lustro sulla vicenda, auspicando che il Ministero chiarisca celermente le posizioni contributive dei lavoratori dello spettacolo. Per questo mese programmeremo  degli incontri con la categoria coinvolta e fissato, sul  tema in questione, una conferenza stampa a Montecitorio”, conclude Moscatt.

Commenta

commenta

Rispondi

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi