Razzi: “Il politico guadagna meno dell’operaio”

Un parlamentare prende poco meno di 5000 euro al mese. Io da operaio prendevo 6000 euro al mese, però ero in casa e mi bastava, avevo la moglie, due figli, in Svizzera. Io ora ho più spese rispetto a quando facevo l’operaio in Svizzera”. Così Antonio Razzi, senatore di Forza Italia, intervenuto a Radio Cusano Campus.

“Ci sono le trasferte – spiega Razzi – è normale, tutti quelli che lavorano per lo Stato hanno queste trasferte, poi molti se la pigliano solo con i parlamentari, ma i soldi pubblici sono in tante aree di amministrazione. Sembra che i parlamentari siano il male dell’Italia, ma il male dell’Italia è altrove. I parlamentari sono signori, almeno quelli che conosco io. Molte volte questo accanimento verso i parlamentari nasce dai media, come dice Trump, che ora gli stanno a rompere le palle per quello che ha guadagnato 12 anni fa”.

“Se ci sono persone che mi devono parlare o che mi devono spiegare qualche cosa, e magari andiamo al caffè o andiamo al bar, offro io. Non faccio mai alla romana. Se uno fa il senatore o il parlamentare ha bisogno di una certa quantità, perché se fa politica e va in giro per i paesi, o offre l’aperitivo a quello, o la cena all’altro, deve stare attento, altrimenti non gli basta quella paga che tutti hanno.

Commenta

commenta

Rispondi

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi