Terremoto: Gentiloni “1 miliardo in finanziaria per la ricostruzione”

“Martedì in finanziaria inseriremo oltre un miliardo l’anno per la ricostruzione dal terremoto in Centro Italia. Abbiamo fatto un buon lavoro sull’emergenza, speriamo di farlo anche sulla ricostruzione, ma vorremmo lavorare molto di più anche sulla prevenzione”. Lo ha detto il premier Paolo Gentiloni al museo della Scienza e della Tecnica Leonardo Da Vinci di Milano, in occasione del rilancio del progetto “Casa Italia“.

“Casa Italia è un investimento sulla nostra identità, sul modo in cui l’Italia sta nel mondo. Investire su futuro significa puntare sulla nostra identità e sulla bellezza del nostro Paese”. Il presidente del Consiglio ha sottolineato che “investire su questo significa anche risparmiare denaro pubblico. E’ stato calcolato in 23 miliardi di euro il costo della sequenza sismica degli ultimi 7-8 mesi. Pesate quanto potrebbe permetterci di risparmiare un’operazione di lungo respiro come Casa Italia”.

Saranno dieci i cantieri sperimentali che apriranno nel 2017 nell’ambito del progetto lanciato dall’allora presidente del Consiglio Matteo Renzi. Saranno aperti a Catania, Feltre (Belluno), Foligno (Perugia), Gorizia, Isernia, Piedimonte Matese (Caserta), Potenza, Reggio Calabria, Sora (Frosinone), e Sulmona (L’Aquila). Intervenuto alla conferenza anche il Project manager del progetto Giovanni Azzone. Si tratta – ha spiegato Azzone – di “dieci luoghi in cui sperimentare, luoghi in cui rendere più sicuri alcuni edifici senza toccare la vivibilità”. Per questo “sono state identificate dieci città campione che sono emblematiche di diverse tipologie di intervento. Rappresentano una sperimentazione estendibile a tutto il Paese”

Commenta

commenta

Rispondi

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi