Concorso per Assistenti giudiziari: Ecco come procede. Guarda subito il punteggio ottenuto alla preselettiva

di Otto Fiori

Migliaia di persone in questi giorni stanno praticamente invadendo “Fiera di Roma“, struttura fieristica, adibita a spazio per concorsi pubblici, lungo la via Portuense, tra Roma e l’aeroporto di Fiumicino. Secondo un preciso ordine alfabetico, e fino al 24 maggio, si svolgeranno le prove di preselezione per l’assunzione di 800 persone a tempo indeterminato nei ruoli del personale del Ministero della Giustizia e nello specifico in quello di assistente giudiziario.

Una vera prova di pazienza e resistenza prima di entrare a partecipare, il tutto appesantito dai controlli IMG_1022all’ingresso con la normale identificazione, seguita però poi dai controlli, persona per persona, dei Carabinieri, Polizia penitenziaria ed EFullSizeRender (7)sercito in possesso di metal detector. Si tratta di operazioni di massima sicurezza e  probabilmente antiterrorismo. In media tra ingresso, prova ed uscita, ai concorrenti occorrono circa 5 ore.

La prova si svolge con pc di ultima generazione e le risposte, prima della scadenza del tempo, sono tutte modificabili senza alcuna penalità. Nel giro di poche ore dalla fine i partecipanti potranno conoscere il punteggio della propria prova inserendo il codice personale e di fine sessione che gli verrà attribuito: GUARDA IL PUNTEGGIO OTTENUTO

 

IMG_1005

IMG_1019 (1)

 

 

 

 

 

Commenta

commenta

Un pensiero riguardo “Concorso per Assistenti giudiziari: Ecco come procede. Guarda subito il punteggio ottenuto alla preselettiva

  • 19 maggio 2017 in 20:21
    Permalink

    A me pare assurdo che il 53% è laureato. La mansione di assistente non è quella del cancelliere ma si avvicina a quella dell’operatore, e quando l’ho fatto io nel 97 1 su 20 era laureato. ora si può anche come molti fanno pensare che la disoccupazione era più bassa, ma sicuramente non più di tanto, quindi il dato stona. Invece il rischio è che fra gli iscritti siano venuti molti laureati perché di fatto in 5 mesi è difficile partire da zero. Ma in questo il ministero non è stato molto corretto. Si doveva dare più tempo per consentire anche a chi era diplomato di competere in un concorso fondamentalmente per diplomati.

    Risposta

Rispondi

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi