Rassegna stampa del 12 giugno

UE
 
Addio roaming. Dal 15 giugno sarà possibile telefonare nei Paesi Ue senza costi extra. I piani degli operatori (Venini su Italia Oggi)
 
Francia. L’ondata Macron travolge i partiti e la vecchia classe dirigente (Nigro su Rep)
 
ECONOMIA
 
Debito pubblico. Tutti i fondi che gestiscono gli 800 miliardi di titoli italiani. I peggiori nemicI dell’Italia sono in Italia (Masera e Occorsio su A&F)

 

ELEZIONI
 
Batosta M5s. Grillo è stato l’unico leader che ha girato l’Italia durante la campagna elettorale ma questa strategia non ha pagato. Gli altri leader più saggiamente si sono eclissati (Conti sul Msg)
 
Di Maio sotto attacco. Le gravi colpe di Di Maio: inseguire Renzi sul voto anticipato, scarsa attenzione ai territori e assenza di una strategia (Cuzzocrea su Rep)
 
Fenomeno Orlando. Nella sua vita politica ha vinto con i partiti, contro i partiti e senza i partiti (Anello sulla St). Orlando “sistema” Renzi: “Il Pd locale ha capito che il velleitarismo e la sterile arroganza degli apparati di partito hanno fatto il loro tempo. Spero lo capisca pure il Pd nazionale” (int. sul Msg)
 
Centrodestra. Dove corrono unite, Forza Italia e Lega sono l’unico competitor del Pd. Ma Berlusconi non ne vuole sapere di Salvini (e viceversa) e punta tutto sul modello Macron (Lopapa su Rep)
 
Casi emblematici. Il M5s non sfonda in due comuni dove avrebbe dovuto fare il pieno di voti: Guidonia (mezza giunta indagata e comune commissariato) e Taranto (città in crisi irreversibile da anni e simbolo del disastro ambientale). Canettieri sul Cds e Baroni sulla St
Boom liste civiche. I partiti, consapevoli delle proprie debolezze, per non prendere schiaffi hanno preferito nascondersi e lasciare spazio alle liste civiche (Ajello sul Msg)
 
ROMA
 
Segreteria Pd. Altra fumata nera: il nome di Valeria Baglio sembrava mettere tutti d’accordo ma Michela De Biase ha posto il veto. Si ritorna alla casella di partenza ma oggi scadono i termini per presentare le candidature (Vitale su Rep e Canettieri sul Msg)
AltaRoma. Dimezzati i finanziamenti per la manifestazione legata alla moda. Un suicidio visto che la moda è un settore trainante dell’economia italiana (Giuffrida su Rep)

Commenta

commenta

Rispondi

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi