Rassegna stampa del 13 giugno

INTERNI
 
Strategia Pd. Ordine di scuderia di Renzi: “Preferire i candidati della sinistra laddove non c’è il Pd al ballottaggio” (Conti sul Msg)
 
Carta canta. In voti assoluti nei 25 capoluoghi di provincia il Pd ha perso il 26% rispetto al 2012 (Marra sul Fatto)
 
Gentiloni santo subito. La strategia renziana è spingere al massimo i provvedimenti divisivi dentro la maggioranza come ius soli, testamento biologico e la commissione di inchiesta sulle banche: se passano bene, se fanno cadere il governo meglio (Calessi su Lib)
 
M5S. L’ex giudice Imposimato: “Di Maio non è capace” (int. sulla St). Di Maio ha dato priorità alle sue ambizioni personali. Emblematico il fallimento del M5s pure in Campania (Lib)
ROMA
 
Stadio. Ieri si è aperta la tre giorni dedicata alla votazione della nuova delibera di pubblico interesse ma il testo consegnato ai consiglieri è incompleto: manca il parere del Campidoglio sugli emendamenti del IX Municipio (Magliaro sul Tempo). Non appena verrà votata la delibera, già pronta una valanga di ricorsi (Vitale e D’Albergo su Rep)
 
Pd romano. Renzi costringe Orfini a bere la cicuta e a indicare come candidato alla segreteria per l’area di maggioranza il turborenziano Andrea Casu (appoggiato da AreaDem). Alla candidata di Orfini Valeria Baglio, però, la cicuta non piace e si candida lo stesso. Risultato surreale: i quattro candidati sono tutti renziani (Vitale su Rep e Canettieri sul Msg)

Commenta

commenta

Rispondi

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi