Grasso: “Mia moglie di sinistra, io chissà. Canne?! Mai, al massimo super senza filtro.”

“Io non mai espresso nemmeno a mia moglie il mio voto” dice il presidente del Senato Pietro Grasso a ‘Un giorno da pecora’ su Radio uno quando si parla dei partiti di sinistra. “Mia moglie è di sinistra – aggiunge – quando andava a fare i cortei di sinistra in prima fila e io, che ero in Procura dovevo dire al questore: ‘Mi raccomando, non me la manganellate’“. Grasso osserva quindi: “Ma quale sinistra? Ce ne sono sette, otto.. Se Prodi le mette tutte insieme elimina il problema di mia moglie che non sa chi votare.”

Poi il Presidente del Senato parla di spinelli: “Mai uno, assolutamente mai” dice perentorio quando i conduttori gli chiedono dei suoi svaghi di gioventù. “Sono stato anche in discoteca, ma non mi sono mai ubriacato, reggo bene l’acool” e “mai uno spinello, non ne ho mai sentito il bisogno”. L’unica cosa che ha fumato, ricorda il presidente, sono state le sigarette. Ma ha smesso, racconta, anche per la difficoltà di trovare la sua marca di bionde ‘preferite’. “Prima- spiega- fumavo le super senza filtro, quelle con il pacchetto bianco e verde che erano sparite dal mercato e io dovevo fare una sorta di ricerca al mercato nero…”. E qual è la canzone preferita? “Quella di Ligabue, ‘Una vita da mediano’. La canto facendo la doccia, li’ non mi sente nessuno”. Infine Grasso ammette: “Mi piace molto ballare ma io ballavo i balli antichi: il walzer, il tango. Ma l’ultima volta che ho ballato è stato al matrimonio…”

 

Commenta

commenta

Rispondi

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi