Rassegna stampa del 28 giugno

ECONOMIA
 
San Marino. Una cordata araba rileva il Credito Industriale sanmarinese. E’ una banca piccola ma il piano è più ambizioso (Sunseri su Lib)
 
Gas metano. Nel 2016 per la prima volta il gas naturale ha superato il petrolio diventando la prima fonte di energia (la St)
 
Fibra. L’ad di Telecom Flavio Cattaneo: a Roma copriamo già il 98%, altro che Open Fibra… (Biondi sul Sole)
 
Trieste porto franco. Dopo 70 anni Trieste diventa porto franco: firmato ieri il decreto istitutivo. Un unicum nell’ordinamento italiano e comunitario (Damiani su Italia Oggi)
 
INTERNI
 
Nomine Consip. Conseguenze pratiche del declino di Renzi: Padoan impone Cristiano Cannarsa come nuovo ad di Consip e Roberto Basso, suo portavoce, come presidente. A mani vuote Gutgeld, candidato di Renzi, Enrico Pazzali e Francesco Sperandini (Salvia sul Cds, Franchi sul Fatto e Petrini su Rep)
 
Mondo al contrario. Il capogruppo dei Popolari europei Manfred Weber: “Forza Italia è la guida naturale del centrodestra italiano” (int. sul Msg)
 
Centrodestra. Berlusconi preferisce perdere piuttosto che cedere lo scettro a Salvini (La Mattina sulla St). Il “modello Genova” significa la morte di Forza Italia… (Conti sul Msg)
 
PD
 
Dead man walking. Bersani: “Renzi ha le cuffie e non sente quello che gli succede intorno: nega i problemi con arroganza ma non si accorge che il renzismo è finito” (int. sul Cds)
 
FrittataRenzi umilia Prodi ma non calcola le conseguenze (Cesaretti sul Gn). Prodi e Letta preparano il foglio di via a Renzi (De Marchis su Rep e Martini sulla St)
 
Record. Renzi è riuscito a raccogliere una marea di critiche tutte insieme: intorno a lui oramai c’è il vuoto (Geremicca sulla St). Pure Fassino gli dice che sta sbagliando strada: “L’alleanza con Mdp è ancora possibile” (int. su QN)
 
Risveglio. Franceschini prende coraggio: “Guerini mi dice di stare calmo? Deve aver capito male il mio tweet” (int. su Rep)  
 
Esagerato. Orfini: “Vogliono far fuori Renzi? Sarebbe la rivolta del nostro popolo” (Bertoloni Meli sul Msg)
 
Strategia. Se Renzi apre alla coalizione, il passo successivo sarebbero automaticamente le primarie per la scelta del candidato a Palazzo Chigi. Ecco perchè Renzi non aprirà mai (Gentili sul Msg)
 
Commissione d’inchiesta sulle banche. I componenti del Pd della Commissione non saranno nè quelli che ricoprono incarichi importanti nè quelli che fanno parte di altre Commissioni d’inchiesta. Per Forza Italia ci sarà Brunetta (Sensini sul Cds)
 
Caccia al cinghiale. Renzi si era illuso che con il controllo ferreo sul partito la caccia al cinghiale si sarebbe fermata. Per recuperare deve metter da parte il bisogno di “adrenalina di Palazzo Chigi” e fare proprie le proposte economiche di Prodi (anonimo sul Fg)

Commenta

commenta

Rispondi

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi