Rassegna stampa del 29 giugno

ECONOMIA
 
Fibra. Cattaneo non le manda a dire durante l’audizione alla Camera: “Il governo ha costruito bandi su misura”. Calenda risponde a tono: “Affermazioni gravi e inaccettabili” (Santelli su Rep)
 

PD

 
Malelingue. Renzi: “Vogliono far passare l’idea che a me interessi solo tornare a Palazzo Chigi e che sacrifico la linea politica del Pd a questo” (Meli sul Cds)
 
Excusatio non petita. Matteo Richetti: “Escludo categoricamente un passo indietro di Renzi da segretario del Pd” (Bertoloni Meli sul Msg)
 
Saggezza. Orfini: “Ho spiegato a Prodi perchè si sbaglia” (int. su Rep)
 
Gentiloni santo subito. Renzi le sta pensando tutte pur di rompere l’accerchiamento. L’ultima è offrire a Gentiloni la candidatura a Palazzo Chigi nella prossima legislatura in cambio di elezioni anticipate (Delgado sul Dubbio). Macaluso: “Renzi non lo ha capito ma tutti gli oppositori stanno pensando proprio a Gentiloni come prossimo premier” (int. sul Matt)
 
Analisi. I problemi del Pd nascono da una mancata analisi della disfatta al referendum. L’unica mossa con cui Renzi spiazzerebbe tutti è non candidarsi a Palazzo Chigi. Tanto comunque non ritornerà premier per due motivi: la mediazione non fa parte del suo dna e sopratutto l’incarico di formare il governo lo assegna Mattarella (Folli su Rep)
 
Addio Feps. La fondazione europea Feps non rinnova a D’Alema l’incarico di presidente nonostante si sia battuto come un leone in assemblea per ottenere una proroga: “Renzi sarà contento ma ne parliamo fra qualche settimana…” (Caizzi sul Cds e Boschi sul Gn)
 
De profundis. Cacciari: “Prodi è caduto nel ridicolo, Renzi è un capo infantilmente autoritario che compie errori grossolani, Orlando è una nullità” (int. sul Fatto)
 
Blindato. La nuova stanza di Matteo Renzi al Nazareno ha la porta blindata e il videocitofono. Nel 2014 diceva: “La mia scorta sarà il popolo” (De Marchis su Rep)
 
Troppo tardi. Siamo nell’era dei senza partito (Trump, Macron) ma Renzi non ha avuto lo stesso coraggio di Macron: si è infrattato nelle lotte di potere del Pd e sarà superato dalla Storia (Sechi su Italia Oggi)

Rispondi

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi