Rassegna stampa del 6 luglio 2017

INTERNI
 
Ceta. L’accordo commerciale Ue-Canada è un pilastro fondamentale della politica europea ma su di essa è in atto una campagna di falsificazione (Maran sul Fg)
 
Addio streaming. Anche il Pd dice addio alla diretta streaming della direzione. Per Fassino meglio così: “Le sedi di discussione hanno una loro identità che si perde completamente quando le apri al pubblico” (De Marchis su Rep)
 
Fusione. Fusione in vista fra Consip, la più importante società appaltatrice e Sogei, la più importante società informatica pubblica (Sansonetti sulla Notizia)
 
Candidature alle politiche. Fioroni trova la soluzione al problema del limite dei tre mandati: i big che vogliono rimanere in Parlamento si candidino al Senato con le preferenze. Se eletti, contenti loro e anche Renzi perchè avranno portato voti al Pd (St)
 
Trova le differenze. Rosato: “Alfano candidato presidente alla Regione Sicilia? Prima il programma poi il nome”. “Gori candidato presidente alla Regione Lombardia? Proposta seria e credibile. Espressione di un partito ma anche di tanto civismo che caratterizza il centrosinistra” (int. sul Matt)
 
Consip. Filippo Vannoni, presidente di Publiacqua Firenze, ritratta parzialmente le accuse al ministro Lotti e finisce sul registro degli indagati per favoreggiamento (Menafra per il Msg e Massari per il Fatto)
 
Codice antimafia. Nonostante le “sviste tecniche” che hanno allungato l’iter dei lavori, oggi il provvedimento verrà approvato al Senato. Una delle pochissime volte in cui passa una legge che non vuole quasi nessuno. Ma c’è ancora un modo per affossarla… (Gentili sul Msg)
 
M5S. Lontani i tempi in cui la Raggi festeggiava la cacciata di Minenna dalla giunta capitolina: l’economista e la Lombardi sono tornati in auge nel M5S e probabilmente in futuro la sindaca se li troverà di fronte nei tavoli istituzionali (Lombardo sulla St)
 
ROMA
 
Regione Lazio. Renzi trova l’accordo con Fioroni: candidatura da capolista al Senato per Zingaretti e Gasbarra alla Regione. Ma hanno fatto i conti senza l’oste (De Leo sul Tempo). Il Pd spera in una candidatura della Lombardi per togliere voti al centrodestra (Di Maio sul Tempo)
 
Fratelli d’Italia. Il nome di Pirozzi per la Regione rovina i piani di Meloni e Rampelli
(De Leo sul Tempo)

Commenta

commenta

Rispondi

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi