Cimbro (Mdp): “Renzi provoca Letta con attacchi barbari e vigliacchi”

La deputata di Art. 1 – Movimento democratico e progressista ed ex Pd Eleonora Cimbro interviene a fronte delle rinate polemiche tra Enrico Letta e Matteo Renzi, ricordando un aneddoto a difesa dell’ex delfino di Beniamino Andreatta.

“Tre anni fa, quando Enrico Letta fu estromesso da Palazzo Chigi con uno scellerato scacco matto da parte di Matteo Renzi, ci fu una delle Direzioni del Pd tra le più brutte che io ricordi, in cui molti, troppi, sostennero l’avanzata dell’ex sindaco di Firenze. Lo dissi – spiega Cimbro – anche allora in un’intervista rilasciata al quotidiano La Repubblica. Con la pubblicazione del libro di Renzi ‘Avanti’ ho avuto l’ennesima conferma che avevo ragione: il Pd in quel frangente ha sbagliato a non sostenere Enrico Letta. Ancora oggi Renzi provoca l’ex presidente del Consiglio con attacchi barbari e vigliacchi, rinnegando la storia e la sua decisione ostinata di farlo fuori per soddisfare le proprie ambizioni personali. Patto-Letta-Renzi-per-il-Governo-e-le-riformeEnrico Letta, da vero signore, come sempre, ha semplicemente espresso il suo disgusto per le parole usate da Renzi senza entrare nel merito, consapevole che il merito è sempre stato dalla sua parte”. Il segretario del Pd – continua la deputata lombarda – ormai è un uomo solo e reagisce con la sua solita tattica dell”uno contro tutti’, la stessa che gli è costata la sconfitta al referendum. La mia solidarietà, sia umana che politica, va a Enrico Letta. Con il senno di poi, ma anche con il senno di allora – almeno per quanto mi riguarda – continuo a pensare che sia l’Italia, sia il centrosinistra sarebbero molto più in salute oggi se quella famosa campanella non fosse stata mai suonata”.

O.F.

Commenta

commenta

Rispondi

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi