Dove finiscono i soldi destinati ai terremotati?

Per far fronte all’emergenza sisma che ha duramente colpito il Centro Italia lo scorso agosto, il Governo ha approvato 4 decreti e sono state emanate numerose ordinanze. Tra le risorse stanziate, spiccano 389 milioni di euro destinati al ripristino delle strade devastate dal terremoto. Considerato l’importo consistente, ci si aspetterebbe che qualche lavoro sia stato concluso e almeno qualche strada messa in efficienza. Invece, nonostante si tratti di interventi urgenti e le coperture economiche ci siano, a oggi  nessun intervento di questo livello è stato realizzato.

Il Sen. di Forza Italia Remigio Ceroni ha presentato un’interrogazione a riguardo, chiedendo un riscontro dei provvedimenti eseguiti. La risposta fornita dal Vice Ministro Riccardo Nencini lascia però molta amarezza. Dei 408 interventi previsti nelle Regioni interessate, solo 16 progetti sono stati approvati: 2 nel Lazio, 3 nelle Marche, 11  in Umbria e nessuno in Abruzzo. A oggi solo  cronoprogrammi  e sopralluoghi (ben 622) ma le strade dei 131 Comuni colpiti dal terremoto continuano a essere inagibili.

A questo triste quadro si aggiunge la beffa degli sms solidali, ovvero quei soldi provenienti dalle donazione e dalla generosità degli italiani. Per la vicenda del terremoto in Centro Italia sono stati raccolti circa circa 34 milioni la cui destinazione non è ben definita. Scoppia infatti la polemica nelle Marche dove per la modica cifra di 5 milioni verrà realizzata una pista ciclabile e ristrutturata una grotta sudatoria.

Le coperture economiche per risollevare le popolazioni colpite dal sisma ci sono. Malgrado ciò tra burocrazia e spese mal mirate, non riescono a giungere alle popolazioni interessate in maniera efficiente.

Commenta

commenta

Rispondi

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi