Partecipare, formare, innovare

di Giuseppe Maraventano

Si è concluso ieri il progetto Generazione Italia, l’iniziativa promossa dalla Fondazione Cultura Democratica. Circa 2.000 giovani, provenienti da tutte le Regioni italiane, hanno aderito al programma.
Ma le candidature sono state più del doppio: la casella di posta della Fondazione, in poco più di un mese, ha ricevuto oltre 4.000 richieste di partecipazione. Studenti universitari, neodiplomati, liberi professionisti, giovani cultori, tantissimi ragazzi e ragazze hanno accolto e sposato l’idea del team di Cultura Democratica.

Per valorizzare competenze e aspirazioni, dopo la conferenza stampa del 1° febbraio presso la Camera dei Deputati, il metodo di selezione dei partecipanti è stato basato su tre profili: tecnico-giuridico, politico-amministrativo e creativo-comunicativo.

14 workshop di innovazione legislativa e un week end formativo fino ad arrivare alla giornata finale in Parlamento del 14 luglio è il percorso che Generazione Italia ha seguito.

image1All’evento inaugurale del 7 aprile, a Roma, sono intervenute importanti cariche istituzionali come il Vicepresidente del Parlamento Europeo, David Sassoli, il Presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, e il Procuratore Antimafia e Antiterrorismo Aggiunto, Giovanni Russo, ma largo spazio è stato dato anche ad aziende come Hewlett-Packard, Alibaba Group, Flixbus e Airbnb. Un primo momento servito a presentare ai selezionati il programma della Fondazione e gli obiettivi che si intendono raggiungere.

Tutti gli incontri di innovazione legislativa hanno prodotto una proposta di legge in materia di: Ambiente e Territorio, Turismo e Home Sharing, Affari Istituzionali e Lobbying, Made in Italy, Crowdfunding e Cultura, Università, Ricerca e Sanità, Unione Europea, Smart Mobility, Cyber Security, Sviluppo Economico e Startup, Lavoro e Staffetta Generazionale, Giustizia e Class Action, Parità di Genere e Smart Cities.

E, come se non bastasse, ad arricchire i lavori, si è aggiunto un week end formativo di Drafting legislativo e Comunicazione politica.

Appuntamenti essenziali per trasmettere ai giovani partecipanti le basi teoriche e il know-how necessario per chi aspiri a divenire classe dirigente.

Senatori, Deputati, docenti, esperti di comunicazione e professionisti di ogni settore hanno accompagnato e sostenuto l’idea del presidente della Fondazione Cultura Democratica, Federico Castorina, e del direttore generale, Tommaso Giacchetti.

“Generazione Italia è un progetto che rivoluziona il concetto di formazione e partecipazione politica” afferma Castorina. “Nella nostra visionaria rivoluzione copernicana abbiamo posto al centro i giovani e ora tutto ruota intorno a loro. Non ci sono più lezioni frontali e anche i momenti formativi sono basati su laboratori interattivi. Il fulcro del progetto è rappresentato dai workshop nei quali team di giovani si confronteranno in modo diretto con parlamentari ed esperti con l’obiettivo di elaborare delle proposte di innovazione per l’Italia e l’Europa”. “È il più grande progetto di partecipazione e formazione giovanile mai realizzato in Italia” precisa Giacchetti. “Per realizzare la call e gestire le fasi organizzative abbiamo utilizzato tecnologie all’avanguardia nel settore dei big data. Il data mining è stato fondamentale per analizzare le oltre 4.000 richieste di partecipazione pervenute e grazie alla nostra piattaforma GIS (Geographic Information System) è possibile gestire una rete territoriale presente in oltre 1.000 comuni italiani. Un risultato straordinario se si pensa che la diffusione della call è avvenuta esclusivamente con modalità digitali attraverso newsletter e social network utilizzando una strategia di comunicazione innovativa basata sul targeting e l’analisi delle reti sociali”.

“Generazione Italia è un successo straordinario reso possibile da un grande team di lavoro” spiega Daniele Giacinti, capo staff della Fondazione Cultura Democratica. “Ogni giorno a Roma una squadra di volontari è al lavoro nella nostra sede in Via del Pantheon per rispondere a mail e telefonate e curare ogni aspetto relativo all’organizzazione e alla comunicazione di questo grande progetto”.

Entusiasmo, passione, dedizione, impegno e responsabilità hanno fatto da cornice all’intera iniziativa.
Generazione Italia è “un format innovativo con numeri straordinari”.

“L’Italia e l’Europa in questo momento non hanno bisogno di nuove organizzazioni o correnti. Per realizzare le riforme sono necessarie nuove idee per costruire modelli innovativi di policy e di partecipazione costruttiva alternativa ai populismi”, commenta il direttore generale Tommaso Giacchetti. “Il nostro obiettivo è innovare e generare nuova classe dirigente” – conclude il presidente Federico Castorina – “Credo che la nostra generazione rappresenti il più grande giacimento di energie e competenze del paese e sono convinto che Cultura Democratica possa svolgere un ruolo strategico per innovare davvero”.

Oggi, 14 luglio, presso la Camera dei Deputati, sono state presentate le 25 proposte di legge elaborate dalla Fondazione come contributo delle nuove generazioni al percorso di riforme italiano ed europeo. Alla presenza della Sottosegretaria di Stato alla Presidenza del Consiglio dei Ministri, Maria Elena Boschi, del Vicepresidente del Parlamento Europeo, David Sassoli, del Vicepresidente della Camera dei Deputati, Roberto Giachetti, dell’On. Matteo Richetti e del Sen. Luigi Zanda, i giovani di Generazione Italia hanno consegnato il risultato del loro lavoro alle Istituzioni, con la speranza e l’augurio di essere ascoltati e di avviare un percorso di collaborazione e partecipazione.

“Per qualcuno la politica è ancora una cosa seria e bella. Lo è sicuramente per i 2.000 ragazzi che hanno partecipato a Generazione Italia”, ha commentato Richetti.

Mentre Sassoli, nel suo intervento, ha ricordato l’importanza di essere europei e di “credere e aver fiducia nelle politiche europee”.

Riprendendo l’hashtag ufficiale del progetto, #IlFuturoPassaDaQui.

Commenta

commenta

Rispondi

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi