Via al bonus nido: cos’è e come richiederlo

E’ scattata alle 10 di oggi la corsa per il bonus asilo nido, l’agevolazione da mille euro per la frequenza di strutture pubbliche e private. Lo ricorda l’Inps in un tweet, avvisando che sul suo portale web che è possibile presentare domanda della 10 di oggi fino alla mezzanotte del 31 dicembre.  I benefici per il 2017 sono pari a un massimo di 144 milioni.

COS’E’ IL BONUS NIDO
Il contributo, fino a un importo massimo di mille euro, può essere corrisposto, previa presentazione della domanda da parte del genitore per i bambini nati o adottati/affidati dal 1° gennaio 2016 per contribuire al pagamento delle rette relative alla loro frequenza in asili nido pubblici e privati autorizzati (cosiddetto bonus asilo nido); o per i bambini al di sotto dei tre anni, impossibilitati a frequentare gli asili nido in quanto affetti da gravi patologie croniche, e per i quali le famiglie si avvalgono di assistenza domiciliare. Il beneficio spetta ai genitori di minori nati o adottati dal 1 gennaio 2016, residenti in Italia, cittadini italiani o comunitari, o in possesso del permesso di soggiorno per soggiornanti di lungo periodo ovvero di una delle carte di soggiorno per familiari extracomunitari di cittadini dell’Unione Europea. Ai cittadini italiani sono equiparati i cittadini stranieri aventi lo status di rifugiato politico o lo status di protezione sussidiaria. Il richiedente dovrà essere colui che ha affrontato l’onere della spesa per quanto concerne l’asilo nido e dovrà essere anche convivente in caso di agevolazione per supporto domiciliare.

COME PRESENTARE LA DOMANDA
Per accedere al bonus, istituito con la legge di Bilancio 2017, bisognerà presentare domanda dalle 10 di oggi fino al 31 dicembre 2017,o via web, accedendo ai servizi telematici del portale dell’Inps, oppure contattando il Contact Center Integrato al numero verde 803.164 (numero gratuito da rete fissa) o numero 06164.164 (numero da rete mobile con tariffazione a carico dell’utenza chiamante); o ancora rivolgendosi agli enti di patronato.

COME FUNZIONA
L’erogazione del bonus avverrà con cadenza mensile e in 11 mensilità per quanto concerne la frequenza dell’asilo nido e in unica soluzione per il supporto domiciliare. Trattandosi di norma di prima applicazione, il primo pagamento comprenderà le mensilità maturate sino a quel momento. Dal mese successivo il pagamento avrà cadenza mensile.

Commenta

commenta

Rispondi

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi