Vaccini obbligatori: okay della Camera al decreto, è legge. La scheda

I vaccini obbligatori scendono da dodici (come aveva stabilito il Governo) a dieci, di cui quattro ‘a tempo’; altri quattro saranno ‘consigliati’; tagliate le sanzioni massime ai genitori che non rispettano l’obbligo che non rischieranno più, seppure temporaneamente di perdere la patria podestà sul minore. Creazione di un’anagrafe nazionale dei vaccini e obbligo esteso anche a medici, infermieri, insegnanti, professori e personale Ata. Sono i contenuti principali del testo del decreto legge firmato dalla ministra Beatrice Lorenzin, esaminato e approvato prima dal Senato e poi dalla Camera, che ha ricevuto il via libera finale con 296 favorevoli e 92 contrari. Nei prossimi giorni, dunque, verrà pubblicato in Gazzetta ufficiale e convertito in legge. Vediamo nel dettaglio le novità:

DIECI VACCINI OBBLIGATORI (NON PIÙ 12) > Tra le novità più rilevanti c’è l’emendamento a firma della relatrice, Patrizia Manassero (Pd) sui nuovi obblighi. Nel dettaglio, i vaccini obbligatori sono: l’anti-poliomielitica; l’anti-difterica; l’anti-tetanica; l’anti-epatite B; l’anti-pertosse; e l’anti-Haemophilus influenzae tipo b. Quelli sempre obbligatori, ma solo fino al 2020 sono: anti-morbillo; anti-rosolia; anti-parotite; anti-varicella. Quelli, invece, ‘consigliati’ sono: anti-meningococcica B e C; anti-pneumococcica; anti-rotavirus. I primi due rientravano nell’elenco degli obbligatori nel testo approvato dal Governo. Su quest’ultimo punto, la modifica approvata stabilisce che le Regioni “assicurano l’offerta attiva e gratuita” di questi vaccini. Le indicazioni operative per l’attuazione di questa misura saranno Fornite dal ministero della Salute, sentito l’istituto superiore di sanità. Le indicazioni del ministero dovranno anche tener conto della verifica dei dati epidemiologici e delle coperture vaccinali raggiunte, effettuata dalla commissione per il monitoraggio dell’attuazione del decreto;

“MONO” VACCINI. PA DOVRANNO ACQUISTARLI > Le Pubbliche amministrazioni acquisteranno i vaccini monocomponenti e parzialmente combinati, oltre a quelli multipli (come esavalente e trivalente). Le persone potranno ricevere somministrazioni singole se già immuni da alcune malattie. I monocomponenti dovranno essere acquistati “nei limiti della disponibilità del Servizio sanitario naziona La proposta di modifica chiarisce che le persone già immuni da alcune malattie dovranno vaccinarsi solo per quelle senza copertura. Il vaccino dunque non dovrà contenere “l’antigene” per il quale la persona è già immune. Non solo, l’emendamento stabilisce che le procedure accentrate per le forniture alla P.a. dovranno prevedere l’acquisto dei monocomponenti. Con un subemendamento della Lega Nord, riformulato dalla senatrice Manassero, viene previsto che l’Aifa, annualmente, dovrà pubblicare i dati relativi alla disponibilità dei singoli vaccini e quelli parzialmente combinati;

AUTOCERTIFICAZIONE COPERTURA PER MEDICI E PROF> Fare in modo che anche gli operatori scolastici, gli operatori socio sanitari e gli operatori sanitari possano presentare una autocertificazione attestante la copertura vaccinale;

SALTA OBBLIGO PROF-MEDICI > La commissione Sanità al Senato aveva approvato un altro emendamento della relatrice che estendeva agli insegnanti e agli operatori socio-sanitari, come medici e infermieri, l’obbligo delle dieci vaccinazioni previste dal decreto Vaccini. L’emendamento, però, non ha trovato il parere favorevole della commissione Bilancio e quindi è stato espunto dal testo;

MULTE LIGHT > Ok anche a pene più lievi in caso di mancato rispetto dell’obbligo. Approvato, infatti, il taglio della sanzione massima ai genitori che non vaccinano i figli. Il testo approvato dal Governo stabiliva una sanzione massima di 7.500 euro, poi la commissione l’ha ridotta a 3.500. L’assemblea ha approvato un altro emendamento che ha ridotto ulteriormente la multa: minimo 100 euro, massimo 500 euro. Cancellata anche la previsione che stabiliva la perdita della patria podestà;

DA 2019 FLUSSO DATI ASL-SCUOLE SU CHI NON È IN REGOLA > Dall’anno scolastico 2019/2020 tra Asl e scuole ci sarà uno scambio di dati sui bambini e ragazza, da zero a sedici anni, che non sono in regola con il nuovo obbligo vaccinale. Nel dettaglio, l’emendamento approvato dispone che a partire dall’anno scolastico 2019/2020, i dirigenti scolastici delle scuole, i centri di formazione professionale regionale e delle scuole private non paritarie trasmettano alle Asl, entro il 1° marzo, l’elenco degli iscritti per l’anno scolastico successivo di età compresa dai zero e sedici anni. A loro volta, le Asl dovranno inviare entro il 1° giugno gli elenchi completandoli con l’indicazione dei bambini e ragazzi che risultano “non in regola” con gli obblighi vaccinali, che non ricadono nelle condizioni di esonero, omissione o differimento delle vaccinazioni e che non abbiano presentato formale richiesta di vaccinazione all’azienda sanitaria locale competente. Saranno poi gli stessi dirigenti scolastici a invitare i genitori con “responsabilità genitoriale” o i tutori a depositare, entro il 10 luglio, “la documentazione comprovante l’effettuazione delle vaccinazioni ovvero l’esonero, l’omissione o il differimento” delle vaccinazioni. Di nuovo i dirigenti, entro il 20 luglio, inviano alle Asl la documentazione pervenuta o il mancato deposito. Per i servizi educativi dell’infanzia e le scuole dell’infanzia, incluse quelle private non paritarie la mancata presentazione della documentazione comporta la decadenza dall’iscrizione;

ARRIVA ANAGRAFE. CERVELLONE DATI AL MINISTERO > Al ministero della Salute sarà istituita un’anagrafe nazionale delle vaccinazioni. Lo ha deciso la commissione Sanità al Senato approvando un emendamento a firma della relatrice del dl Vaccini. La modifica dunque prevede la creazione di un grande “cervellone” che raccoglierà i dati sulle vaccinazioni, che saranno invitati dalle singole Asl;

PRENOTAZIONE IN FARMACIA CON CUP > Ok alla alla prenotazione delle vaccinazioni presso le farmacie convenzionate aperte al pubblico attraverso il Centro unificato di prenotazione (Cup);

IN SCUOLE CON REGGENZA PROF AD HOC PER DOCUMENTI > Nelle scuole con più di 500 alunni, dove vige il sistema della reggenza, durante il prossimo anno scolastico (2017/2018), sarà esonerato un docente dall’insegnamento che si occupi dell’invio dei documenti che attestino la vaccinazione degli alunni. Lo ha deciso la commissione Sanità al Senato approvando un emendamento al decreto, a prima firma Francesca Puglisi (Pd). La modifica prevede che il docente che si occuperà della documentazione (prevista dagli articolo 3 e 5 del dl) sarà scelto dal dirigente scolastico reggente tra il team di insegnanti che lo supportano in attività organizzative e didattiche. La riforma Buona scuola ha previsto, infatti, che il preside possa avvalersi di un gruppo di docenti (fino al 10 per cento) tra quelli dell’organico dell’autonomia;

IN CAMPAGNA INFORMATIVA CON PEDIATRI-FARMACISTI > La campagna informativa sui nuovi vaccini obbligatori, di cui si occuperà il ministero della Salute, potrà essere svolta “anche in collaborazione con i medici di medicina generale, dei pediatri di libera scelta e dei farmacisti”. Oltre al ministero della Salute, anche i consultori familiari avranno il compito di “diffondere le informazioni relative alle disposizioni” del decreto Vaccini;

DATI AIFA > Novità anche per l’Aifa. L’agenzia dovrà comunicare, in modo dettagliato, i dati sui risultati del sistema di farmacovigilanza e sulle reazioni avverse ai vaccini;

OK UNITÀ DI CRISI PER RISCHIO E ALLARME MALATTIE INFETTIVE > Il ministero della Salute dovrà integrare gli obbiettivi dell’unità di crisi che monitora le attività del Servizio sanitario nazionale “per renderli funzionali alle esigenze di coordinamento tra tutti i soggetti istituzionali competenti in materia di prevenzione delle malattie infettive nonché di regia rispetto alle azioni da adottare in condizioni di rischio o allarme”.

Commenta

commenta

Rispondi

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi