Rassegna stampa del 21 settembre

ECONOMIA
 
Lukoil. I russi di Lukoil pronti a vendere le raffinerie di Siracusa a causa degli scioperi, dei sequestri e delle lungaggini burocratiche (Amadore sul Sole) 
 
Ryanair. A rischio l’offerta di Ryanair per Alitalia. Calenda infierisce: “Il governo non potrà non tener conto delle condizioni del lavoro”. Anche l’Antistrust apre un procedimento per violazione dei doveri di diligenza (Stefanato sul Gn)
 
Mondiali di calcio. Mediaset fa un’offerta alla Fifa per sfilare i diritti tv dei mondiali alla Rai (Biondi sul Sole)
 
INTERNI
 
Share implacabile. Martedì Bersani e Landini erano da Floris mentre Renzi era dalla Berlinguer: share assegna la vittoria ai primi due. Non funziona più nè la narrazione nuovista, nè quella rottamatrice, nè quella vittimistica (Raineri sul Ft e Gandola su La Verità)
 
Fine dell’autosufficienza. Renzi cede su Visco e presidenza commissione banche, apre al maggioritario e smussa i toni: in sostanza ha capito che a Palazzo Chigi non ci torna e vuole meno nemici possibili dopo il voto (Geremicca sulla St)
 
Pd Napoli. Rischio slittamento congresso provinciale: lunedì scade il tesseramento ma in molti comuni mancano gli elenchi degli iscritti. In pratica non si sa quanti possono votare al congresso e i nomi. De Luca: “Se il Pd a Napoli ha preso il 10% ci sarà un motivo…” (Pappalardo su Mattino)
 
Sicilia. Il Pd ironizza sul sondaggio di Piepoli che dava Fava al 25% ma anche il sondaggio della Ghisleri conferma Fava al secondo posto… (Gn di Sicilia)
 
Migranti. Fermato il versante libico, si apre la rotta turca: già tremila persone da inizio anno. Sembrano poche ma è il 193% in più rispetto all’anno scorso… (Ludovico sul Sole)
 

ROMA

 
Missione compiuta. L’assessore Colomban presenta il piano per il taglio delle partecipate e saluta. Lo stesso presentato da Silvia Scozzese quando era assessore con Marino e osteggiato dal M5s. Cambiati già 17 assessori (Canettieri sul Msg)
A Cesare (etc). Visto che tutte le decisioni su Roma vengono prese dall’asse Milano-Genova poichè il sindaco non è chiaramente all’altezza, allora da ora in poi tocca a Casaleggio e Grillo render conto della gestione della città (lettera di Rughetti sul Msg)

Commenta

commenta

Rispondi

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi