Rassegna stampa del 27.09.2017

UE

 
Fondi europei. Il governo fa pressione sulla Commissione per non escludere Cdp dagli affidamenti diretti dei fondi strutturali (Chiellino sul Sole)

 
ECONOMIA
 
Telecom. Rimandata a domani la decisione se sfruttare il golden power: Gentiloni vuole prima assicurarsi l’accordo con Stx (Spini sulla St)
 
Treni. Mazzonicini: “La fusione fra Alstom e Siemens non è una buona notizia perchè erano due nostri fornitori in competizione” (Santilli sul Sole). È una lotta fra titani: in tutto il mondo ci sono solo 6 gruppi che costruiscono treni. I primi sono i cinesi di Crrc (Morino sul Sole)
 
INTERNI
 
D’Alema contro tutti. È iniziata la campagna elettorale: D’Alema sferra legnate a Pisapia, Renzi e Minniti (int. sul Cds) 
 
Fibrillazioni. Mdp lancia segnali concreti di insofferenza: in Commissione Difesa al Senato, sulla legge che riforma le Forze Armate, vota con l’opposizione per sopprimere l’emendamento chiave della legge: la delega al governo della riorganizzazione delle Forze Armate (Franchi sul Ft)
 
Cattedre vendute. Non solo favori ma anche vendette: l’ex sottosegretario Marongiu chiese ad Adriano Di Pietro, presidente della Commissione abilitazione, di non abilitare una candidata che aveva osato ricorrere contro gli esiti di un concorso vinto dalla figlia (Bocci e Selvatici su Rep)
 
Regione Lazio. Storace tira la volata a Pirozzi: “Se va col centrodestra vince, se va da solo stravince” (int. sul Tempo). M5s, strada spianata per la Lombardi: la Raggi appoggia ufficialmente l’altra candidata (Arzilli sul Cds)
 
Emiliano troppo decisionista. Emiliano in Puglia fa come gli pare e gli alleati Mdp non toccano palla (Martellotta sulla Gazzetta del Mezzogiorno)
 
A22 a “statuto speciale”. La concessione dell’autostrada A22 (Modena-Brennero) è scaduta da tre anni e Delrio dovrebbe metterla a gara ma invece vuole prorogarla per altri 30 anni. Tante anomalie in questa vicenda… (Martini sul Fatto)
 
ROMA
 
Ostia. Pd indica ufficialmente Athos De Luca ma in realtà una buona parte voterà il prete De Donno e un’altra parte il candidato della Lorenzin. Odore di disastro 
 
Stadio. Venerdì riparte la conferenza dei servizi ma nessuno si vuole accollare la spesa del Ponte di Traiano, opera indispensabile per il progetto (Magliaro sul Tempo)

Commenta

commenta

Rispondi

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi