Fascismo, senza memoria non c’è futuro – Gli eventi alla Camera

Per combattere l’intensificarsi di manifestazioni violente di stampo nazifascista in Europa e in Italia, occorre ricordare ciò che hanno rappresentato queste due terribili dittature. Anppia (Associazione Nazionale Perseguitati Politici Italiani Antifascisti, fondata da Sandro Pertini e Umberto Terracini) e Aned (Associazione nazionale ex deportati nei campi nazisti) intendono farlo con due eventi culturali presso la Camera dei Deputati: il 26 e il 31 ottobre alle ore 17 -presso la Sala Salvadori della Camera dei Deputati (ingresso da via Uffici del Vicario 21 previo accredito, come da indicazioni in calce alla mail)Per gli uomini è d’obbligo indossare la giacca.

Il primo appuntamento è un convegno storico dal titolo “A 95 anni dalla Marcia su Roma – Riflessioni sulle origini del fascismo tra passato e presente”.  Lo scopo del dibattito è quello di ricostruire il contesto in cui maturò la Marcia su Roma: la crisi dello stato liberale, l’antiparlamentarismo di larghi strati della popolazione, la violenza squadrista e l’organizzazione paramilitare che segnò fin dall’origine il fascismo, la tolleranza – a tratti la complicità – di parte delle élites economiche e politiche, l’arrendevolezza con cui la stessa monarchia reagì alla marcia e le sue conseguenze. L’epilogo fu l’incarico a Mussolini di formare il Governo e l’apertura di fatto della strada all’instaurazione della ventennale dittatura fascista. L’Anppia intende fornire elementi di riflessione sulle vicende del passato, ma anche sui rischi di involuzione democratica che attraversano molti Stati europei, Italia compresa.

Intervengono: Giulia Albanese (Università di Padova); Gianpasquale Santomassimo (Università di Siena), Federico Melotto (Università di Verona). Introduce: il Presidente nazionale dell’Anppia, Mario Tempesta. Presenta e coordina: l’on. Marco Miccoli. 

“Una iniziativa necessaria, se consideriamo che la Capitale d’Italia è teatro continuo di episodi di squadrismo e intolleranza” spiega Marco Miccoli, deputato romano del PD e moderatore degli eventi. “Malgrado il no della Questura alla “marcia dei patrioti” voluta da Forza Nuova il 28 ottobre – una feroce provocazione nell’anniversario della “Marcia su Roma” – il leader del movimento Roberto Fiore alza la posta e annuncia una nuova manifestazione per il 4 novembre, in occasione della festa nazionale dell’Unità Italiana e delle Forze Armate. I dati forniti dal Ministero nei giorni scorsi, durante una nostra interpellanza, sono allarmanti: nel solo 2017 siamo già a 18 arresti e 325 denunce, a cui si aggiunge l’assiduo lavoro delle forze della polizia postale che ogni giorno oscura decine di siti/profili social. Dobbiamo reagire, perché senza memoria non c’è futuro. Non possiamo permettere che la città dei martiri delle Fosse Ardeatine, dei torturati di via Tasso, delle vittime della Shoah, sia infangata da tali recrudescenze”.

> Secondo evento <

Il secondo evento si inserisce nell’ambito delle commemorazioni per il 16 ottobre, giorno in cui Roma ricorda i 1023 deportati ebrei romani nei campi di sterminio. Elisa Guida  presenta il suo libro: “La strada di casa – Il ritorno in Italia dei sopravvissuti alla Shoah”. 

Cosa accadde ai superstiti dei campi di concentramento? Chi si occupò di loro e cosa significò tornare a casa dopo essere sopravvissuti all’esperienza più drammatica del Novecento? Esito di un’ampia ricerca, il volume tenta di rispondere a questi interrogativi e fa luce su alcuni squarci della storia del rimpatrio, in cui s’intrecciano drammi personali e collettivi. Viene così introdotto, sulla base di una rigorosa analisi delle fonti, uno sguardo innovativo sulla storia della Shoah e su quella dell’Italia, colta nella fase di transizione alla democrazia. Ne deriva una storia corale che parla di ricostruzione, di incontri e di abbandoni, e racconta un’umanità che dimostrò poco interesse per le sorti dei reduci dai Lager nazisti.

Intervengono: Leonardo Rapone (Università della Tuscia), Mario Toscano (Università La Sapienza), Gadi Luzzato Voghera (direttore Centro documentazione ebraica contemporanea). Sarà presente l’autrice Elisa Guida, dottore di ricerca all’Università degli Studi della Tuscia che si occupa di storia e didattica della Shoah ed è socia fondatrice e membro del comitato scientifico dell’Associazione Arte in Memoria (pietre d’inciampo a Roma). Ospite speciale: Piero Terracina, sopravvissuto al campo di sterminio di Aushwitz. Coordina: l’on. Marco Miccoli. E’ stato invitato agli eventi l’on. Emanuele Fiano, primo firmatario della proposta di legge che inserisce nel codice penale il nuovo reato di “propaganda del regime fascista e nazifascista”.

_ _ _

Per accrediti scrivere a: marzia.decesare@camera.it entro il 25 (primo evento) entro il 30 (secondo) con le seguenti indicazioni:

Ospiti: nome e cognome; Stampa: testata di appartenenza insieme a: nome e e cognome – numero di tesserino professionale nel caso dei giornalisti; dati anagrafici (luogo e data di nascita) per i tecnici. Info: 3921292914. Per gli uomini è d’obbligo indossare la giacca.

Marzia De Cesare

 

Commenta

commenta

Rispondi

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi