L’universo dimenticato. Analisi e proposte per una giusta detenzione.

Aumento della popolazione carceraria, funzione rieducativa della pena, condizioni igieniche delle strutture di detenzione. Questi  alcuni dei temi affrontati nell’incontro “L’Universo dimenticato – Analisi e proposte per una giusta detenzione” tenutosi presso la Sala Aldo Moro della Camera dei deputati, realizzato dal Forum nazionale giovani, piattaforma che raccoglie le maggiori associazioni giovanili italiane, col contributo di parlamentari ed esperti del settore.

Un “Universo dimenticato” quello delle carceri, come recita il titolo del convegno, verso cui la politica e l’opinione pubblica volgono distrattamente il proprio sguardo, ma che è indicatore del grado di civiltà di un paese, poiché come scrisse Dostoevskij “Il grado di civilizzazione di una società si misura dalle sue prigioni“.

Obbiettivo dell’incontro è presentare il Report Carceri 2017, commissionato dal Forum, e già presentato al Parlamento europeo, che raccoglie le maggiori criticità legate alle carceri italiane. “Il rapporto vuole stimolare l’attenzione sulle problematiche del carcere – dichiara Michele Masulli, consigliere del Forum -, che è il settore più esposto a fenomeni di radicalizzazione terroristica, prevenendoli. Abbiamo voluto diffondere una nuova cultura della pena tramite una  serie di iniziative artistiche e sportive che rompano quella barriera di diffidenza e paura che troppo spesso alimentano una diffidenza da parte della società dalla realtà carceraria.

Il miglioramento delle condizioni detentive e dell’esecuzione penale favorisce la sicurezza – dichiara il Sottosegretario alla Giustizia con delega alle carceri Gennaro Migliore -. Il lavoro del Parlamento e di questo Governo ha migliorato le condizioni di detenzione, soprattutto per le problematiche relative al sovraffollamento. Abbiamo allargato il controllo penale ma anche ridotto l’incidenza della recidiva. L’introduzione del reato di tortura e la riforma dell’ordinamento penitenziario sono un grosso passo avanti.

Al convegno, che ha avuto il patrocinio della Presidenza del Consiglio, dell’Unione Camere penali italiane e dell’Associazione italiana giovani avvocati, hanno partecipato anche l’avvocato Luigi Iorio, che ha introdotto l’evento e che ha redatto il report sulle carceri; Flavia Cerquoni, coordinatrice del gruppo carceri del Forum nazionale giovani; Luciana Delle Donne, Ceo Made in carcereFederico Vespa, Direttore bimensile “Dietro il cancello” – “Gruppo idee”; Rossella Santoro, direttrice Casa Circondariale Rebibbia Nc; Luca Zevi, consulente del Ministero della Giustizia e del Dap per gli Spazi della Pena; Angelo Urso, segretario nazionale Uil PA Polizia Penitenziaria; Donatella Curtotti, professore ordinario di Diritto processuale penale Unifg; Elisabetta Zamparutti, rappresentante del Cpt al Consiglio d’Europa “Nessuno tocchi Caino”; Fabio Rampelli, capogruppo Fdl alla Camera dei Deputati; Sesa Amici, sottosegretario alla Presidenza del Consiglio dei Ministri.

A moderare l’evento, il giornalista di Rai News 24, Mario De Pizzo.

Commenta

commenta

Rispondi

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi