Rassegna stampa del 1 novembre 2017

ECONOMIA

 
Ilva. Riprende il tavolo col governo: Mittal fa un passo indietro sui tagli salariali ma conferma i 4mila esuberi (Fraschini sul Gn)
 
Mercato ferroviario. Trasporto regionale su ferro: in tutta Italia solo tre contratti di servizio su 43 sono passati da una gara mentre per gli altri si è ricorso all’affidamento diretto. Denuncia congiunta di Anac, Autorità dei Trasporti e Antitrust (Latour e Santilli sul Sole)

INTERNI
 
Elezioni. Mattarella pensa di sciogliere le Camere a fine gennaio in modo da votare il 18 marzo (prima data utile per far scattare la “conclusione naturale della legislatura” senza l’obbligo formale delle dimissioni di Gentiloni). Così ci sarebbe il tempo anche per l’approvazione dello ius soli (Rosso su Rep)
 
Berlusconi out. La sentenza di Strasburgo su Berlusconi ci sarà nell’autunno del 2018. Ergo: alle prossime politiche non si può candidare (Milella su Rep)
 
Bankitalia. Nubi all’orizzonte per Renzi. Visco: “La Vigilanza è stata ferma e intensa e ne daremo conto…”.  E aggiunge: “Segnalammo tutto e in tempo ai giudici ma non è stato fatto sufficiente…” (Dimito sul Msg)
 
Scenari. Renzi fa sapere in giro che non accetterà governi tecnici nemmeno se a guidarlo fosse Mario Draghi (Cesaretti sul Gn). Vuole un governo politico altrimenti non tocca palla ma chissà se dopo le elezioni sarà nelle condizioni di fare il bullo con Mattarella… 
 
Quaglia azzoppata. Rosato è la quaglia regina per l’abilità con cui salta da un protettore all’altro non appena intuisce il declino del leader. Ma stavolta, per obbedire ai capricci di Renzi, ha minato a livello internazionale la credibilità di Quirinale, Palazzo Chigi e Bankitalia. Iniziasse a cercare un lavoro (Perna su La Verità)
 
Sicilia. Ultima settimana: veleni, intercettazioni, odio e tensione attraversano partiti e famiglie (Stella sul Cds)
 
ROMA
 
La mafia c’è. Pignatone scrive al Messaggero: spiace deludere alcuni commentatori ma la mafia a Roma c’è e le sentenze lo dimostrano

Commenta

commenta

Rispondi

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi