“Lei è senza giacca e cravatta”, la commessa del Senato respinge l’assessore del M5S

Il dress code del Senato è rigidissimo, la commessa ha deciso di mandarlo a casa perché non aveva gli abiti adatti. L’assessore al Bilancio del comune di Roma Gianni Lemmetti ieri si è presentato in Senato senza giacca e cravatta, abiti prescritti a qualunque visitatore per entrare a Palazzo Madama, per partecipare all’audizione dell’Anci sulla manovra. I commessi non hanno potuto far altro che lasciarlo fuori.

Il giornalista della Dire era presente mentre la commessa del Senato diceva a Lemmetti di non potergli rilasciare il badge: “Ma come? Non lo sapeva che per l’ingresso ci vuole la giacca e la cravatta?“. Lemmetti ha allargato le braccia con un sorriso amaro.

L’Anci ha tenuto una audizione in commissione sulla legge di Bilancio e sono parecchi i sindaci che non sono voluti mancare all’appuntamento a Palazzo Madama. Oltre al leader dei sindaci, Antonio Decaro, c’erano il sindaco di Milano Beppe Sala, il sindaco di Napoli Luigi De Magistris; quello di Catania e presidente del Consiglio Anci, Enzo Bianco. Poi vi erano il vice presidente Anci Roberto Pella e il leader dei piccoli comuni Massimo Castelli. Tutti in giacca e cravatta. Lemmetti era in sostituzione del sindaco della capitale Virginia Raggi che si trova con gli studenti ad Auschwitz

Un pensiero riguardo ““Lei è senza giacca e cravatta”, la commessa del Senato respinge l’assessore del M5S

Rispondi

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi