Rassegna stampa 13 nov 2017

INTERNI

Realtà parallele. All’assemblea di Pisapia renziani e anti-renziani se ne danno di santa ragione ma per Franceschini sono “segnali positivi di una volontà di ricomporre il centrosinistra” (Monica Guerzoni sul Cds)

Caput. Con un tono “gagliardo”, da “comizio”, la Boldrini arringa la platea contro Renzi e mette in difficoltà Pisapia (Martini sulla St). Veltroni: “Conflitti personali più divisivi dei programmi” (int. su Lib)

Tensione sui migranti. Minniti non apprezza le critiche di Orfini sulle politiche sui migranti: “Se il mio partito ha cambiato idea sull’azione del governo contro gli sbarchi ne prenderò atto e agirò di conseguenza” (De Marchis su Rep). Dopo Gentiloni, Renzi e Orfini continuano a delegittimare tutti i competitor del segretario. Ma per Gentiloni dicd stop ai giochetti dei due strateghi: “L’Italia è l’unico paese ad avere una politica decente sui migranti”

Pd Napoli. La vicenda del Pd napoletano fa scoppiare la guerra fra Martina e Orfini da un lato e Guerrini e Lotti (più Orlando) dall’altro (Pappalardo sul Matt)

Al cinema. Per Maria Teresa Meli Renzi vuole aprire in modo “molto chiaro” a Mdp e Pisapia, è pronto “a prestare orecchio a suggerimenti” e naturalmente “vuole ragionare sui contenuti”. La “novità”, continua la giornalista, è che il Pd si sta muovendo “come una squadra” e gli stessi Orlando, Franceschini, Cuperlo e Emiliano non vedono l’ora di votare all’unanimità la relazione del segretario. I brutti e i cattivi sono, che te lo dico a fare, quelli di Mdp.

Mondo al contrario. Alemanno: “Centrodestra unito con Salvini candidato premier” (Msg)

Commenta

commenta

Rispondi

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi