Rassegna stampa del 21.12.2017

ECONOMIA

Ilva. Emiliano non ritira il ricorso al Tar e in più si muove su un crinale pericoloso: “Calenda è un ministro pro-tempore”, “non ha un voto”, “ha avuto una crisi isterica” (Salvia sul Cds)

Bye Bye Bolkenstein. Un emendamento del Pd alla legge di bilancio proroga fino al 2020 l’assegnazione delle concessioni agli ambulanti. Un regalo ad una lobby di 500.000 persone (Evangelisti e Pirone sul Msg)

PD

Condivisione. Renzi, Boschi & Co si sono dati tanto da fare per Banca Etruria e ora si lamentano se i media vogliono condividere questo interesse (Feltri sulla St)

Psichiatria democratica. Chiamate uno bravo: Ghizzoni conferma parola per parola De Bortoli ma per la grancassa renziana è una smentita (Palombi sul Ft)

Simil stabunt. Renzi e Orfini scrivono una lettera a Repubblica: “Commissione banche un autogol? Macchè: i posteri ci ringrazieranno”. Più avanti: “Chi come noi non ha scheletri nell’armadio rivendica il diritto e il dovere della politica riformista di non cedere alla demagogia”

Renzi ignaro. Nel Pd c’è chi giura che Renzi non sapesse niente degli incontri della Boschi con i vertici di Bankitalia e degli altri istituti (Meli sul Cds)

Filo di acciao. Rosato cerca di tagliare i fili del sottobosco renziano con il partito ma quel filo è di acciaio (Guerzoni e Franco sul Cds)

Carrai. Marco Carrai è un ganglo vitale del percorso politico di Renzi. È la mente e il regista della sua ascesa. Si è interessato a Banca Etruria perchè aveva capito che quella banca sarebbe stata la causa della fine (Livini e Vanni su Rep). La difesa di Carrai è inutile, contraddittoria e dannosa (Signore sul Gn)

De profundis. L’arroganza si accetta da chi è forte ma il debole arrogante non va lontano. Le conseguenze le pagherà pure Gentiloni (Folli su Rep). Uscita di scena della Boschi unica soluzione per dimostrare di aver capito la differenza tra interesse familiare e interesse generale (Calabresi su Rep)

Oligarchia gigliata. La gagliarda oligarchia che voleva riscrivere la Costituzione si è rivelata un’accolita di maneggioni di provincia scesi a Roma per arraffare il più possibile (Ranieri sul Ft). Mucchetti: “Sono furbi di paese: tentano di fare affari, non li fanno e si sputtanano come se li avessero fatti” (Yoda/Minzolini sul Gn)

Presente. Richetti si è già candidato per il dopo Renzi (Scanzi sul Ft)

INTERNI

Regolamenti. Il Senato si autoriforma: iter delle leggi più veloce, limite all’ostruzionismo e robusti paletti ai “cambi di casacca” (Martirano sul Cds)

ROMA

Batracomiomachia. Guerre incrociate fra assessori e consiglieri del M5s. E la regola del doppio mandato moltiplica il nervosismo. Motivo del contendere la questione urbanistica (Solani e De Rosa sul Fg)

Commenta

commenta

Rispondi

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi