L’arte nella musica, nel video di Francesca Michielin il cretto di Burri

La cantante Francesca Michielin, nel singolo Io non abito al mare sorprende il pubblico, ambientando il video della canzone in una location dall’aspetto lunare, in cui il bianco è il colore predominante e soltanto chi ha qualche anno in più o si intende di arte, potrebbe riconoscere.

Si tratta del Cretto di Burri, ovvero una delle opere d’arte più grandi al mondo, realizzato tra il 1984 e il 1989. Esso si trova a Gibellina, in provincia di Trapani.

Il piccolo comune nell’entroterra balzò agli onori della cronaca negli anni 70 quando grazie alla figura del sindaco Corrao, diventò luogo di rinascita artistica e culturale. Ludovico Corrao venne prima eletto deputato all’Assemblea Regionale Siciliana e, nel 1985, sindaco di Gibellina, per due interi mandati.

In quel periodo, a seguito dei gravi danni del terremoto che rase al suolo la valle del Belice nel 1968, Corrao si concentrò sulla ricostruzione del suo paese auspicando un analogo sviluppo sociale. Creò le Orestiadi di Gibellina, un festival internazionale che continua ancora oggi, dedicato alla cultura e al teatro ed arricchì il territorio con il contributo di urbanisti, architetti e artisti.

Poiché la zona denominata Gibellina vecchia era stata totalmente distrutta e nessuno voleva più abitarvi, Alberto Burri ideò il suo Grande Cretto. Per riempire quel vuoto, per ricordare le macerie, l’artista ha realizzato enormi blocchi di cemento (che hanno coperto quel poco che restava del paese) alti un metro e sessanta. Tra le fratture di cemento è possibile camminare e meditare, anche sulla nullità e sull’apocalisse che tutto distrugge. L’opera si sviluppa per 8000 metri quadrati, in mezzo ai quali è possibile camminare, anticipando quello che sarà il concetto chiave dell’arte contemporanea: la fruizione (proprio in senso fisico) dell’opera.

La valle del Belice è stata definita una “utopica officina delle arti” ed è rimasta al centro del panorama artistico internazionale per tanti anni grazie agli artisti che risposero all’appello del sindaco, come la pittrice Carla Accardi, lo scultore-sperimentatore Pietro Consagra, l’architetto Ludovico Quaroni; l’area è ancora visitata da numerosi turisti e amanti dell’arte poiché si tratta di un vero e proprio museo a cielo aperto. Ben venga, dunque, l’iniziativa di una giovane cantante che rispolvera luoghi originali e spettacolari, mischiandoli alla musica. 

La ragazza, oggi ventiduenne, ha vinto la quinta edizione di X Factor nel 2011 e con la sua voce limpida, il viso delicato, il carattere e la tenacia, continua a creare musica bella e interessante. Proprio per i prossimi giorni, arriverà il nuovo album che include la canzone Io non abito al mare, e avrà come titolo “2640”. Aspettiamo con entusiasmo!

Sabrina Sciabica

Commenta

commenta

Rispondi

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi