Vaccini: circolare Ministero Salute per prevenire le carenze

Aiutare le strutture vaccinali a stimare il fabbisogno e prevenire le carenze di vaccini: è questo l’obiettivo di una circolare del ministero della Salute per il “recupero dei soggetti inadempienti”.

Il documento, predisposto su richiesta delle Regioni, arriva in un momento in cui, con la corsa all’adeguamento all’obbligo, si sono registrati non pochi problemi di approvvigionamento. Inviata il 15 gennaio a enti e istituzioni competenti, la circolare presenta tabelle destinate agli operatori in cui vengono indicati i vaccini che è possibile impiegare a seconda delle “vaccinazioni obbligatorie per anno di nascita”, dello “stato vaccinale di base (inadempienza totale o parziale)”, della “eventuale immunità per pregressa malattia naturale”, dei “vaccini disponibili nel nostro Paese” e delle “indicazioni contenute nella scheda tecnica di ciascun vaccino”.

La documentazione, si legge nella circolare che porta la firma del segretario generale della direzione generale della prevenzione sanitaria del Ministero, Giuseppe Ruocco, consente “alle competenti autorità locali e regionali di stimare il fabbisogno dei diversi prodotti necessari a vaccinare i nuovi nati e recuperare gli inadempienti”, “prevenendo possibili situazioni di carenza che, considerata la natura di tipo biologico dei vaccini e la peculiarità e lunghezza del loro ciclo produttivo, potrebbero venirsi a creare ove si effettuasse una programmazione non corretta o intempestiva”

Commenta

commenta

Rispondi

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi