Rassegna stampa del 24 gennaio

ECONOMIA
 
New Deal. Prodi presenta un piano europeo da 150 miliardi di investimenti per il rilancio dell’Europa sociale (D’Argenio su Rep)
 

INTERNI

 
Mondo crudele. La Boschi candidata a Bolzano in un collegio tranquillo dove “non c’è quel clima che si respira in altri collegi italiani” (Meli sul Cds) 
 
Flipper. La Boschi rimbalzata come una pallina da flipper perchè nessuno la vuole. Ma non era la “Madre Ricostituente della Terza Repubblica?” (Travaglio sul Ft)
 
Casini. Casini pretende il collegio al Senato di Bologna e Renzi cede (Casadio su Rep). La relazione finale della Commissione sulle banche deve ancora essere presentata ed è meglio non rischiare 
 
Candidature. Orlando su tutte le furie perchè ha capito che non avrà i 37 collegi sicuri pari al 20% delle primarie. In Toscana e Emilia i paracadutati sono troppi e non c’è posto per i candidati locali (Bertini e Schianchi sulla St). Pure la Lorenzin è a rischio: il renzianissimo sindaco del collegio di Prato, Biffoni, fa capire che non è aria (Marra sul Ft)
 
Puglia. Emiliano vuole tre seggi sicuri per i suoi ma Renzi ha la sua lista di pugliesi da sistemare (Gazzetta del Mezz)
 
Se Atene piange. In Leu regioni in rivolta per la composizione delle liste (Preziosi sul Man). I coordinatori regionali: “le candidature dall’alto sono una ferita profondissima inferta sulla carne viva” (Guerzoni sul Cds)
 
Liberazione. Grillo, spiegando il distacco dal M5s usa il termine “liberazione”. (Cuzzocrea su Rep). Grillo si riprende il controllo delle entrate legate allo sfruttamento della sua immagine. Inoltre le attività della nuova società “Beppe Grillo srls” sono le stesse della Casaleggio Associati: si faranno concorrenza? (Iacoboni sulla St) 
 
Insider. Canestrari, ex dipendente della Casaleggio: “Grillo ha capito di essere stato preso in giro e tradito dalla nuova dirigenza e si sta vendicando: li abbandona proprio in campagna elettorale. Nel suo nuovo blog ha fatto un’accusa precisa alla degenerazione del movimento” (int. su Rep)
 
Centrodestra. Telenovela Lazio: bruciato pure Parisi come candidato governatore perchè chiedeva troppi collegi come compensazione (Lopapa su Rep)
 
D’Alì nei guai. La Cassazione annulla la sentenza di assoluzione per concorso esterno e rinvia il processo ad un’altra sezione della Corte di Appello di Palermo (Lo Bianco sul Fatto). 
 
ROMA
 
Spada in declino. Quello a Roberto Spada non è un semplice processo per aggressione ma il probabile inizio della fine del clan Fasciani-Spada. Gli altri clan già sentono l’odore del sangue (Errante sul Msg) 

Commenta

commenta

Rispondi

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi