Rassegna stampa del 30 gennaio 2018

INTERNI
 
Fronte unito. Emiliano: “Si va verso la sconfitta: tanta gente non vota Pd solo per Renzi” (int. sul Cds). A Caltanissetta tutti i circoli Pd espongono il cartello: “Chiusi per dignità” (Angeli sul Gn)
 
Esclusi. Fuori pure Luca Sani, pezzo grosso dei Ds a Grosseto (Labate sul Cds). Zingaretti ha preferito non sacrificare Ciarla perchè tanto Renzi lo avrebbe messo in un collegio impossibile (Magliaro sul Tempo)
 
Senza pudore. Boschi: “Perchè Bolzano? Ha deciso il partito” (Bozza sul Cds)
 
De Gasperi dorma tranquillo. Renzi rifila il pacco pure a Verdini (non ricandidando nessuno dei suoi) e il vecchio amico non la prende bene: “Renzi è un ingrato”. Vincenzo d’Anna: “Renzi si crede De Gasperi ma è un bulletto di periferia” (D’Esposito sul Ft)
 
Società civile. A Messina il Pd candida Pietro Navarra nipote del boss mafioso Michele Navarra, ucciso anni fa da Liggio in un regolamento di conti (Lobianco sul Fatto)
 
Chicca. Il Pd candida pure l’ex sottosegretario alla giustizia e magistrato Cosimo Ferri (Rosatelli sul Man)
 
Fiuto. Renzi ha intenzione di smantellare la delegazione italiana nel gruppo S&D per formare un nuovo gruppo con Macron e Pittella saluta (Cds)
 
Ritenta. Renzi lascia ampio margine di discrezionalità a Orfini nel Lazio e lui pensa solo ai suoi. Bonaccorsi a rischio e Panecaldo a bocca asciutta (Canettieri sul Msg)
 
Centrodestra. Berlusconi mette da parte il rinnovamento e punta sui fedelissimi dato che la prossima maggioranza avrà numeri ballerini (Verderami sul Cds). Sulle candidature Tajani e Cesa dominano nel Lazio e non fanno toccar palla nemmeno a Ghedini (Tempo). Gli esclusi promettono rivelazioni devastanti (De Leo sul Tempo). 
 
Vatti a fidare. Votino tolta dalle liste di Forza Italia all’ultimo minuto (Fatto)
 
Campania. I big di Forza Italia stavano preparando il pacco a Nunzia de Girolamo escludendola nonostante le indicazioni di Berlusconi ma lei vola ad Arcore e rimette le cose a posto (Magri sulla St)
 
M5s. L’ammiraglio affonda: era già consigliere comunale del Pd. Dura due ore l’esperienza politica dell’ammiraglio Veri (Vazzana sul Dubbio). I “competenti” del M5s: un un attore, un carabiniere forestale, un comico, un plotone di ricercatori. Manca la famosa cuoca di Lenin (Messina su Rep)
 

Commenta

commenta

Rispondi

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi