Olocausto, senatori IdeA: “Italia ha fatto come la Polonia”

In una nota i  senatori Gaetano Quagliariello, Carlo Giovanardi e Luigi Compagna intervengono sulla recente decisione del Parlamento Polacco:

“Siamo stati facili ma inascoltati profeti quando al Senato ci siamo opposti lo scorso anno alla proposta del Governo, purtroppo diventata poi legge, che colpisce con il carcere da due a sei anni, come aggravante della pena  base della legge Mancino  che va dalla multa ai diciotto mesi, chiunque neghi o addirittura soltanto minimizzi episodi di  crimini di guerra, crimini contro l’umanità e genocidi”.

“E’ inutile adesso, continuano gli esponenti di Idea Popolo e Libertà, stracciarsi le vesti per la decisione della Polonia, che si è messa sullo stesso piano colpendo penalmente chi confonde le responsabilità naziste per l’Olocausto con quelle del popolo polacco. Nel riconfermare la condanna senza se e senza ma dell’Olocausto sarà indispensabile nella prossima legislatura rivedere norme che colpiscono penalmente la ricerca storica e le opinioni relative a migliaia  di episodi  di crimini di guerra ecc, scelta  contro la quale inutilmente si era schierata la stragrande maggioranza degli storici italiani  di ogni estrazione culturale ed ideologica”.

Commenta

commenta

Rispondi

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi