FINMA apre alle ICO e pubblica una guida pratica

La FINMA,l’autorità di vigilanza su mercato finanziario svizzero, ha pubblicato una guida pratica relativa alle ICO.

Le ICO (initial coin offering) sono un fenomeno che oramai non può essere più ignorato dalle istituzioni.

Attraverso le ICO si possono raccogliere importanti risorse in cambio di asset digitali che secondo la FINMA vanno categorizzati in base ai criteri di funzionalità e trasmissibilità.

Le ICO chiuse nei primi tre mesi del 2018 sono state 78 e hanno già raccolto la straordinaria cifra di 2,947,568,888 di dollari. (fonte coinschedule)

Nel documento pubblicato dalla FINMA vengono individuate tre macro tipologie di asset digitali (token) che possono a loro volta dare luogo a nuove forme miste, che sono:

  • token di pagamento sono paragonabili a semplici «criptovalute», senza essere collegati ad altre funzionalità o progetti
  • token di utilizzo sono token finalizzati a fornire l’accesso a un’utilizzazione o a un servizio digitale
  • token d’investimento rappresentano valori patrimoniali, come quote di valori reali, aziende, ricavi o il diritto ai dividendi o al pagamento di interessi. Il token deve dunque essere valutato, in relazione alla sua funzione economica, come un’azione, un’obbligazione o uno strumento finanziario derivato

conseguentemente vengono individuate 3 tipologie di ICO in base all’asset digitale utilizzato:

  • ICO di pagamento: per le ICO i cui token svolgono la funzione di mezzi di pagamento e sono già trasmissibili, la FINMA considera come assodato un assoggettamento alle disposizioni in materia di riciclaggio del denaro. Tuttavia, la FINMA non tratterà tali token come valori mobiliari
  • ICO di utilizzo: i token di utilizzo non sono classificabili come valori mobiliari nei casi in cui il token conferisce esclusivamente un diritto di accesso a un’utilizzazione o a un servizio digitale e il token di utilizzo è impiegabile in tal senso al momento dell’emissione. Tutti i casi in cui sussiste solo o anche la funzione economica di investimento sono trattati dalla FINMA come valori mobiliari (come token d’investimento)
  • ICO d’investimento: la FINMA considera i token d’investimento come valori mobiliari con le relative conseguenze sul piano del diritto dei mercati finanziari nella prospettiva della negoziazione. Generalmente, per le ICO tale considerazione include anche gli obblighi corrispondenti previsti dal Codice dalle obbligazioni (ad es. obbligo di pubblicazione di un prospetto)

Con questa mossa la Svizzera consoliderà la sua posizione nella classifica dei migliori paesi dove avviare una startup.

Mi auguro che il prossimo governo colga lo stimolo che abbiamo dato alle istituzioni durante i 10 convegni che abbiamo organizzato in parlamento durante gli ultimi due anni della XVII legislatura,  e quindi voglia far salire il paese nella classifica dei paesi migliori in cui avviare una nuova attività di business innovativo.

Commenta

commenta

Rispondi

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi