Rassegna stampa del 12 giugno

INTERNI

 
Migranti. Saranno gesti come quello di Salvini a costringere la Commissione a rivedere il trattato di Dublino. È vero che ha giocato a poker usando vite umane come fiche ma era inevitabile (Buccini sul Cds)
 
Governo Salvini. M5s costretto a inseguire Salvini mentre Conte a domanda specifica parla d’altro. Ieri si è ufficialmente insediato il governo Salvini (Calabresi su Rep). L’esito del voto è la prova che i due elettorati (M5s e Lega) non sono affatto complementari: la diffidenza non è solo fra i vertici ma anche nella base (Folli su Rep)
 
Vuoi mettere. Di Maio brinda: “Il M5s ha vinto al primo turno a Crispiano in Puglia, a Ripacandida in Basilicata e a Castel di Lama nelle Marche” (Trocino sul Cds). Già il fatto di aver dovuto specificare le regioni…
 
Allarme rosso. Salvini, quando penserà di aver raggiunto il massimo della popolarità, farà saltare il governo. Possibilmente prima che il M5s possa sventolare l’approvazione del reddito di cittadinanza (Ciriaco su Rep). Il leghista sta usando il M5s per farsi qualche mese di campagna elettorale: prima Di Maio lo capisce meglio è (Travaglio sul Ft)
 
One man show. Conte voleva fare il suo one-man-show nelle zone terremotate ma Salvini gli ha rovinato il copione. Il premier ha chiesto a Zingaretti di aspettarlo negli uffici del Comune così da non offuscarlo… (Ajello sul Msg) 
 
Medidate gente. A Priolo (Siracusa) il M5s passa dal 73% delle politiche al 18% delle amministrative… (Cavallaro sul Cds)

 
Sono soddisfazioni. Fratelli d’Italia scavalca Forza Italia a Massa (4,1 vs 3,53), Pisa (4,58 vs 3,59), Siena (3,56 vs 3,35) ed Ancona (4,42 vs 4,33). Giuli su Lib
 
Orecchie fischianti a Rignano. Il sindaco dem di Brescia Emilio del Bono: “Abbiamo vinto perchè non siamo arroganti” (Liso su Rep)
 
Manco a Ivrea. Il M5s non arriva al ballottaggio nemmeno a Ivrea, feudo di Casaleggio. Erano venuti in campagna elettorale pure Grillo e Di Maio ma il “brand” non tira più (Iacoboni sulla St)
 
Bye bye Renzi. Scalfarotto: “C’è bisogno di un leader che ascolti, che sia più bravo a cucire che a tagliare, qualcuno che tenga insieme…” (lettera al Fg)
 
Modello Zingaretti. L’unico modello vincente per il centro-sinistra è il modello Zingaretti (Bertoloni Meli sul Msg)
 
ROMA
 
Duo delle Meraviglie. La Raggi, sotto processo, chiede aiuto a Di Maio. Oramai la sindaca è una polizza per il Pd (Canettieri sul Msg)

Commenta

commenta

Rispondi

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi