Rassegna stampa 13 giugno 18′

ESTERI
 
Chiamalo stupido. Kim-Jon Un vince ai punti: 1) ottiene un vertice da pari a pari con gli Usa; 2) promette di denuclearizzare ma lo aveva già fatto nel 2010; 3) Trump ha adombrato il ritiro dei 30mila soldati da Seul; 4) Trump sospenderà le manovri militari Usa-Corea del Sud; 5) il comunicato finale accenna ad una probabile riunificazione delle due Coree da cui trarrebbero beneficio Corea del Nord e sopratutto la Cina (Caracciolo su Rep)
 
ECONOMIA
 
Fondo per gli investimenti. Il Consiglio di Stato ha espresso parere favorevole al decreto Gentiloni che ripartisce 36 miliardi per infrastrutture, ambiente e industria (Santilli sul Sole) 
 

INTERNI

 
Migranti. Linee opposte su Repubblica: per Bonanni Salvini ha combinato un disastro diplomatico (gettato al vento il credito politico che l’Italia si era conquistata con Mare Nostrum) mente per Stefano Folli le uscita maldestre di Macro e dei spagnoli ha aumentato la popolarità di Salvini (che non ha tutti i torti…)
 
Conte assente. Nella sostanza Salvini ha fatto bene ma il premier aveva il dovere di spiegare, con un discorso serio, da giurista, il senso e il perimetro di quel no ai migranti (Travaglio sul Ft)
 
Ambientato e allargato. Giorgietti si allarga a Palazzo Chigi: oltre a controllare l’agenda del governo e il consiglio dei Ministri sta per ottenere la delega al Cipe e quella allo Sport. Cioè soldi e consenso. Ha pure messo il veto sul segretario generale scelto da Conte (Tecce sul Ft)
 
Onestà. Come Segretario Generale di Palazzo Chigi, fra tanti nomi Conte ha scelto Giuseppe Busia, capofila di quelli che si oppongono alla trasparenza sui beni dei dirigenti (Stella Sul Cds)
 
Terremoto nel M5s. Il disastro alle amministrative, la vicenda Acquarius e l’incetta di cariche che sta facendo Di Maio sono un cocktail esplosivo… Pure Travaglio consiglia a Di Maio di rompere l’alleanza prima che sia troppo tardi… (Pucciarelli e Berlinguer su Rep). Salvini supera Di Maio anche sui social (Vecchio su Rep)
 
Fallimento 5 star. Il senso del fallimento del M5s è nella sconfitta ad Ivrea (quarti): la cultura olivettiana e il capitalismo dal volto umano non sono conciliabili col masaniellismo ribellista di Di Maio (Griseri su Rep)
 
Novità assoluta. La delega alle Pari Opportunità assegnata per la prima volta a un uomo, Vincenzo Spadafora (Martirano sul Cds)
 
Berlusconi. Di Maio, per dimostrare il “cambiamento”, userà la delega alle telecomunicazioni per distruggere Berlusconi. È l’unica carta che gli rimane per tener testa mediaticamente a Salvini (Verderami sul Cds)
 
Pd. Tiene l’asse Zingaretti-Gentiloni in vista del congresso (Vitale su Rep) 
 
Liguria. Il Pd pronto ad appoggiare Scajola ad Imperia pur di infilzare almeno una spina nel fianco di Toti (Secolo XIX)

Commenta

commenta

Rispondi

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi