Il sottosegretario alla difesa Tofalo e quei rapporti coi trafficanti di armi

Quella di Angelo Tofalo a sottosegretario alla Difesa è una nomina che inquieta e getta ombre sugli intenti del governo in merito ai futuri rapporti internazionali dell’Italia“. La denuncia parte da Lia Quartapelle, deputata del Partito democratico, ospite a Sky Tg 24.

A quanto risulta infatti a novembre del 2016 il deputato del M5S e allora membro del Copasir andò a Istanbul con Annamaria Fontana e Mario Di Leva, poi arrestati con accuse di traffico d’armi internazionale in Libia e in Iran, per vedere un golpista libico. Al rientro in Italia dalla Turchia, Tofalo avrebbe anche dovuto organizzare, secondo quanto sostenuto dalla Fontana, un convegno con esponenti politici libici e italiani. Ma questo progetto, pur messo in cantiere, non fu mai realizzato. Successivamente alle accuse, il deputato cinquestelle si presentò spontaneamente ai pm per chiarire.

Il deputato del Movimento 5 Stelle non solo in passato ha avuto contatti e incontri con due italiani già indagati per traffico di armi internazionale e poi arrestati con l’accusa di voler trasferire armi da guerra alle milizie di Ghwell, autore di un fallito golpe, ma – sottolinea la deputata Dem – ha incontrato lo stesso Ghwell a Istanbul per predisporre un incontro tra gli esponenti del M5S e quelle forze libiche che volevano rovesciare Serraj, in netto contrasto con il piano di pace dell’Onu e della comunità internazionale“.

Tofalo, salernitano classe’81 è ingegnere civile dal 2007, laureato e specializzato all’università di Salerno in Geotecnica e Idraulica. E’ stato membro della VIII Commissione Ambiente, Territorio e Lavori Pubblici alla Camera dei Deputati e ha fatto parte del Copasir. Alle ultime elezioni è stato rieletto alla Camera come capolista della quota plurinominale nel collegio di Salerno. Tofalo è anche famoso per aver pronunciato questa frase durante un discorso alla Camera nel 2014: “Boia chi molla, presidente Boldrini, boia chi molla! E noi non molleremo!

 

Commenta

commenta

Rispondi

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi