Ammortizzatori sociali, è clima bipartisan in Commissione lavoro Senato

La Commissione Lavoro del Senato si è riunita in sede referente per discutere il decreto-legge recante misure per gli ammortizzatori sociali in deroga, già approvato dalla Camera. Era presente ai lavori il sottosegretario di Stato per il lavoro e le politiche sociali Durigon. La presidente Catalfo ha ricordato che, allo scadere del termine, sono stati presentati due emendamenti e cinque ordini del giorno. Il senatore Floris (FI-BP) ha illustrato congiuntamente gli ordini del giorno di cui è primo firmatario, riportandosi alle considerazioni in ordine alla situazione della regione Sardegna. L’ordine del giorno G/488/1/11, infatti, impegna il Governo a valutare l’opportunità di ampliare la platea dei beneficiari degli ammortizzatori sociali, non limitando lo strumento alla dimensione o allo specifico settore industriale e non rivolgendolo unicamente a territori determinati soggetti a recessione economica e perdita occupazionale.

La senatrice Bogo Deledda (M5s) ha illustrato invece l’ordine del giorno G/488/3/11, finalizzato a sensibilizzare il Governo a riconoscere l’area industriale di Ottana come area di crisi industriale complessa. La regione Sardegna ha già presentato istanza di riconoscimento di tale area ed è in attesa dell’esame istruttorio da parte del competente dicastero. Il relatore, registrato un clima di condivisione sul provvedimento, ha chiesto ai proponenti di valutare l’opportunità di trasformare in altrettanti ordini del giorno le proposte emendative presentate. Il senatore Patriarca (Pd) è intervenuto brevemente solo per confermare il favore del Gruppo Pd alla rapida conversione del provvedimento, mentre il sottosegretario Durigon ha fatto presente che nei giorni scorsi ha avuto luogo presso il Dicastero che rappresenta un incontro con i rappresentanti dell’ILVA e ha confermato la piena consapevolezza dell’importanza dell’indotto da parte del Governo. A quel punto il presidente Catalfo, atteso che non sono ancora pervenuti i pareri delle Commissioni consultate, ha rinviato il seguito dell’esame.

(immagine archivio)

Commenta

commenta

Rispondi

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi