Rissa alla Camera tra Fratelli d’Italia e Lega

Sono volati ceffoni nell’Aula della Camera dei Deputati. Protagonisti i deputati di Fratelli d’Italia e della Lega. Si discuteva del decreto legge sul tribunale di Bari e gli animi si sono scaldati fin dall’inizio quando il PD ha chiesto il rinvio della discussione. Animi agitati forse anche dalla delibera di Roberto Fico sul taglio dei vitalizi agli ex-parlamentari.

Dopo il voto che ha respinto la richiesta di rinviare tutto, l’ANSA racconta c’è stato uno scontro fisico tra deputati di Fdi e della Lega. Sono stati visti volare dei ceffoni. Il presidente Roberto Fico ha sospeso la seduta mentre dai banchi del Pd si urlava “Dimissioni, dimissioni!”. A quel punto la seduta è stata sospesa mentre Fico ha fatto sapere che i tumulti che hanno preceduto la sospensione “saranno analizzati con i video dai questori”.

Tra i più accesi contestatori c’era il deputato ex M5S adesso in FdI Walter Rizzetto: “Sospenda l’aula, convochi la capigruppo e faccia in modo che il ministro della Giustizia Bonafede venga in aula a raccontare come stanno veramente le cose. Nella passata legislatura, davanti a una vicenda così grave, lei con il suo gruppo, avrebbe occupato questa aula. Oggi, da Presidente della Camera e quindi da presidente di tutti i deputati, lei non può far finta di nulla e accettare che un ministro risponda sui social media alla richiesta di chiarezza che arriva dai gruppi parlamentari”.

Durante l’intervento di Fiano si sente in un video il presidente Fico mentre richiama il deputato di FdI Silvestroni. Poi intervengono i commessi a sedare la rissa in Aula, mentre volano schiaffi e pugni. Prima di Fiano aveva preso la parola lo stesso Silvestroni, ma era stato interrotto dal leghista Eugenio Zoffili che aveva detto: “E’ bello vedere il PD che applaude Fratelli d’Italia”.  Silvestroni reagisce: “Voi della Lega siete la stampella del Movimento 5 stelle”. Volano parole grosse. Zoffili viene avvicinato da un esponente di Fdi che lo avrebbe minacciato. Subito dopo parte la rissa.

Commenta

commenta

Rispondi

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi