Rassegna stampa 23 luglio 18’

ESTERI
 
Maneggiare con cura. Lo sconvolgimento del quadro tradizionale delle alleanze transatlantiche fa credere a Giggino e Salvini di poter normalizzare i rapporti con la Russia anche fuori dal Patto Atlantico e dal consenso europeo. Gli impegni presi a livello internazionale, però, sono tanti e se perdiamo autorevolezza e credibilità poi ci facciamo male. Inoltre negli Usa il vento potrebbe cambiare presto e poi avremmo contro pure gli Stati Uniti (l’ambasciatore Massolo lancia un avvertimento pubblico al duo delle meraviglie)
 

ECONOMIA

 
Cdp. Nella governance di Cdp tutti i governi sono intervenuti a gamba tesa. Ma nel “contratto” giallo-verde la spregiudicatezza è addirittura messa per iscritto: se fosse utilizzata per salvare aziende decotte come l’Alitalia, Eurostat inserirebbe Cdp nel bilancio pubblico e sarebbero problemi (De Bortoli sul Cds)
 
Sforzo. Chi definisce Marchionne un distruttore di diritti acquisiti, si sforzi di immaginare cosa sarebbe successo agli stabilimenti della Fiat in Italia senza il cambiamento voluto dal manager (Manacorda su Rep)
 
Presidenza Rai. Per la ratifica della nomina del Presidente della Rai occorrono i voti dei due terzi dei membri della commissione di vigilanza. Forza Italia alza il prezzo per il nulla osta alla candidata leghista Giovanna Bianchi Clerici (Ciriaco su Rep)
 
INTERNI
 
Leggermente eversivo. Siccome quasi tutti i parlamentari grillini non hanno capito perchè Casaleggio li ha messi là, il guru sceglie un’intervista a La Verità per chiarire il messaggio: “Esistono strumenti di partecipazione più democratici del modello parlamentare”. Chiaro, no?
 
Colpo basso. I renziani mettono nei guai Martina a sua insaputa con la questione dell’emendamento soppressivo (costringendolo pure a subire il fuoco amico). L’ex senatore Esposito tira un calcio a Renzi per interposto Martina: “Con questo emendamento hai permesso a Di Maio di fare il guappo” (Trocino sul Cds)
 
Martina capo della “minoranza”. Lapsus significativo del cronista della Stampa: il Segretario del Pd definito capo della “minoranza interna dei Dem” (Lillo sulla St)
 
Errare. Speranza: “Leu correrà alle Europee” (box sul Gn)

Commenta

commenta

Rispondi

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi