Crollo ponte 31 vittime di cui 3 minori

Nella mattinata di martedì 14 agosto poco dopo mezzogiorno a Genova sulla A10 è crollato un pezzo del viadotto Polcevera, conosciuto come ponte Morandi. Secondo fonti del Viminale sono 31 le vittime accertate di cui 3 minori di 8, 12 e 13 anni.

Il crollo del ponte Morandi è avvenuto sotto la pioggia battente con un boato che ha scosso Genova e l’Italia intera. Le auto dirette verso le sognate vacanze si sono invece trovate a dover fare un ultimo mortale volo di 90 metri.  Il bilancio delle vittime è terribile, 31 persone e almeno un’intera famiglia con un bimbo di 8 anni.

Lo schianto del ponte ha fatto il giro del mondo diventando la notizia d apertura sulla maggior parte dei siti. Tutti si interrogano sulla sicurezza delle vecchie infrastrutture italiane e sul loro stato di salute.

Il Premier Conte si interroga sulle cause e afferma che tutti i cittadini debbano viaggiare sicuri. Il Ministro dei Trasporti Toninelli afferma che se saranno accertate delle negligenze chiunque sia il colpevole dovrà pagarne le conseguenze.  Salvini ha immediatamente dichiarato di volere nomi e cognomi dei responsabili.

Quello che gli italiani e il mondo si chiede è se sia ancora sicuro viaggiare in Italia.

 

Commenta

commenta

Rispondi

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi