Centrodestra. No di Tajani al partito unico: “Non lo vuole nessuno”

Il partito unico del centrodestranon lo vuole e non lo dice nessuno. Sono tutte chiacchiere. Nessuno ne ha mai parlato. Noi siamo e lavoriamo per una coalizione forte di centrodestra, ma con partiti diversi“. E’ quanto assicura in una intervista al Messaggero, il vice presidente di Forza Italia, Antonio Tajani. Con la Lega, spiega Tajani, “noi vogliamo andare insieme alle prossime elezioni regionali e consideriamo l’ intesa Lega-M5S un accordo temporaneo. Continuiamo a lavorare per l’ alleanza di tutto il centrodestra dove ci sono forze diverse perchè, come diceva Totò, è la somma che fa il totale“.

Prendiamo sul serio ciò che continua a dire Salvini – prosegue –. Ovvero che con i grillini non si tratta di un’alleanza, ma di un’ intesa temporanea. Nel frattempo stiamo all’opposizione e votiamo solo ciò che è in linea con il nostro programma“. “Non credo durino tutta la legislatura – osserva anche -. I segnali sono tutti negativi. Troppi contrasti e visioni opposte. Non sono d’accordo sull’Ilva, sulla Tap, sulla manovra economica, sulla Tav, sull’ immigrazione“.

Alla domanda se riusciranno a fare la manovra, Tajani risponde: “Speriamo, noi abbiamo chiesto che venga fatta il prima possibile per tranquillizzare i mercati. Ma fare insieme flat tax, modifica della legge Fornero e reddito di cittadinanza significa non avere poi i soldi per pagare gli insegnanti e i carabinieri“. Sulle prossime elezioni amministrative ribadisce: “Non credo ci sia la volontà di correre autonomamente. La Lega ha cambiato posizione rispetto all’ idea iniziale di allearsi con il M5S. Siamo andati insieme in Trentino e stiamo sostenendo il candidato della Lega. Ne discuteremo anche per le regionali in Abruzzo e Basilicata. Ovviamente le alleanze devono essere equilibrate ma noi faremo di tutto perchè il centrodestra sia unito“.

A far eco alle parole di Tajani l’ex ministro Gianfranco Rotondi, presidente della Democrazia Cristiana e vice presidente del gruppo di Forza Italia. “Da Tajani vengono precisazioni come sempre autorevoli e appropriate: il suo no al partito unico del centrodestra dà una rotta nuova al centrodestra e a mio parere porterà alle elezioni europee Fi a essere nuovamente la prima lista. Non certo per propaganda vorrei ricordare che la lista di Fi comprende i partiti federati che nei sondaggi non vengono considerati ma in una elezione proporzionale danno il loro pieno contributo“.

Commenta

commenta

Rispondi

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi