Gentiloni aderisce a Demos, nuovo soggetto politico contro i populisti

Paolo Gentiloni lancia Demos, un nuovo movimento che raccoglie tutti quei soggetti contrari al nuovo corso populista, uno schieramento che vada “da Riccardi a Rutelli, da Macron a Tsipras”. Un soggetto alternativo al PD o una nuova area interna? A queste domanda Gentiloni non ha dato risposta ma l’idea è l’x-premier rimanga saldamente nel partito, pur raccogliendo esponenti trasversali del Centrosinistra.

C’è un rischio di contrapposizione tra popoli che non è stato mai così grande – ha commentato Gentiloni -. L’Italia è un laboratorio, esserci ciascuno con la propria storia, è importante. Non c’è mai stato, dal dopoguerra ad oggi, un periodo dove l’aumento della ricchezza non ha fatto scendere la diseguaglianza sociale. Se si vuole incidere nel sociale perché invece di aggiungere ed integrare il già fatto si fa saltare tutto?“. Secondo l’ex premier, “dobbiamo renderci conto che la globalizzazione è finita, quella positiva. C’è bisogno di rimettere al centro i bisogni della gente e non farci contagiare da una politica gridata. Cerchiamo di alimentare speranza, contrapponiamo ai teorici della decrescita quello di una società più sobria, forse, ma che cresce“.

La nuova rete civica attrae e dialoga con sigle dell’associazionismo e del volontariato cattolico, ma anche laico, forte della figura dell’ex-Presidente del Consiglio. Le adesioni vanno da Benedetto Della Vedova, radicale ed ex-sottosegretario agli affari esteri, a David Sassoli, pronto alla nuova sfida delle elezioni europee della prossima primavera. Demos, forte dell’ottimo risultato alle elezioni regionali del Lazio, trova appoggio anche in esponenti di Democrazia Solidale e della Comunità di Sant’Egidio di Roma.

E a proposito di gridare, “Basta con Matteo Renzi!” ha urlato una donna dal pubblico mentre Gentiloni si apprestava a parlare all’incontro svolto a Roma. Durante il discorso di Gentiloni un uomo ha gridato ‘Viva Riace!“, alludendo all’esperienza di accoglienza dei migranti del paese calabrese. Gentiloni ha sorriso e ripetuto ‘Viva Riace‘.

Commenta

commenta

Rispondi

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi