Rassegna stampa 8 novembre 2018

Rassegna stampa 8 novembre 2018:

EUROPARLAMENTO
 
Testuggine mal riuscita.  Gli europarlamentari del M5s fonte di problemi per Casaleggio: Valli si autosospende per la laurea falsa ma bisogna ricordare Affronte e Marco Zanni andati via per il pasticcio sul gruppo, Borrelli che ha abbandonato, Daniela Aiuto che ha accusato la Casaleggio Associati di interferire nella sua attività e Giulia Moi, sanzionata dall’Europarlamento per presunte molestie al suo assistente (Capurso sulla St) 
 
ECONOMIA
 
Modello di sviluppo. Giovannini: “Se non si cambia modello di sviluppo, fra 30 anni in Europa ci sarà uno schianto sociale” (int. su Rep)
 
Bene, bravo, bis. Toninelli costringe alle dimissioni Gianni Armani, ad di Anas. Toninelli: “Più progettazione e meno scrivanie”. Basta che non gli faccia progettare i ristoranti sul ponte di Genova (Bogo su Rep)
 

INTERNI

 
“Che macello”. Giggino: “Sono tornato dalla Cina e ho trovato un macello. I dissidenti saranno puniti perchè hanno disatteso il codice etico” (int. sul Ft). A differenza di Salvini, Di Maio nelle trattative non può giocarsi la carta del voto anticipato (Verderami sul Cds)
 
Colpirne uno per compattarne cinque. Minacciando De Falco coi soliti metodi, Casaleggio e compagnia cantante pensavano di educare gli altri dissidenti ma il giocattolo si è rotto e il risultato è un boomerang: i cinque dissidenti sono la vera, anche se piccola, testuggine del M5s. E rischiano pure di aumentare (Falci sul Cds)
 
Osso duro. De Falco tiene la schiena dritta e punta il fucile sul cuore della macchina di Casaleggio, i fratelli Dettori: “Denuncio pure Marcello Dettori, fratello di Pietro, per le falsità messe in giro su di me” (Cuzzocrea su Rep) 
 
Botte piena. Casaleggio potrebbe sospendere i dissidenti e tenerli per un periodo “sotto osservazione”. Finirebbero così al gruppo misto con possibilità di rientrare: un modo per mostrare disciplina ma tenersi i voti (De Carolis sul Ft)
 
Strano Paese. A minacciare il ritorno alle urne è una forza di governo mentre l’opposizione non ci pensa proprio (Padellaro sul Ft)
Casa Di Maio. In passato il comune di Pomigliano aveva nominato il papà di Giggino tecnico di una commissione della quale faceva parte pure l’architetto che poi firmò la sanatoria per “casa Di Maio”. Una coincidenza, naturalmente (Sannino su Rep)
 
Vizietto. Anche una consigliera grillina del Comune di Pomigliano denunciata per un abuso edilizio (casa colonica trasformata in villa). Giggino tace eppure nel 2016 aveva chiesto le dimissioni del sindaco di Quarto per un sottotetto del suocero condonato… (Sannino su Rep)
 
Modelli. Solo in Corea del Nord, in Kenya e in Sudamerica sono i militari a comandare nelle agenzie spaziali e il motivo è semplice: le usano per attaccare o spiare i nemici (Fraioli su Rep)
 
Giustizia. Prima avevamo una parte politica, la sinistra, che influenzava la magistratura, adesso abbiamo un gruppo di magistrati che detta la linea ad un gruppo politico (Minzolini sul Gn)

 

Commenta

commenta

Rispondi

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi